Poliambulatori in corso dei Mille ad Alcamo, anche vulnologia e ‘camera silente’

0
307

Con la nascita della COT, la Centrale Operativa Territoriale, nei locali di via Arciprete Virgilio, all’angolo con la via Benedetto Croce, e la destinazione del secondo piano dello stesso immobile al centro anti-violenza, d cui ad Alcamo si parla da quasi un decennio, gli ambulatori dell’ASP sono stati trasferiti nei locali dell’ex centro per anziani di corso dei Mille, di proprietà dell’Ipab Mangione. Spazi finalmente adatti alle esigenze di ambulatori che finora erano stati ospitati in palazzine poco adeguate. L’azienda, per allestire gli ambulatori che hanno cominciato a funzionare da un paio di settimane, si è dovuta occupare dell’adeguamento dell’immobile, del rifacimento degli impianti elettrici e dell’attivazione della rete internet. Tutto si trova a piano terra e quindi facilmente accessibile anche da chi soffre di problemi di deambulazione. Nell’edificio il distretto sanitario di Alcamo ha attivato gli ambulatori ortopedia, neurologia, fisiatria e audiologia. Quest’ultimo gode della cosiddetta ‘camera silente’, una delle due esistenti e funzionanti in tutta l’ASP di Trapani. Trasferiti e in funzione in corso dei Mille anche l’ambulatorio infermieristico e il servizio di ‘vulnologia’ che viene frequentato anche da pazienti provenienti da altre ASP, quelle di Palermo e di Agrigento. L’ex centro per anziani dell’IPAB Mangione da anni è stato messo in vendita ma nessuno, neanche il comune di Alcamo che lo aveva preso in affitto, ha mai presentato un’offerta adeguata alla richiesta dell’opera di assistenza che adesso è scesa a 750.000 euro. Nemmeno l’ASP avrebbe interesse all’acquisto perché con le nuove opere che sorgeranno in contrada San Gaetano, il nuovo ospedale e la Casa della Comunità, si libererebbero i locali dell’attuale nosocomio, quello di via Francesco Crispi, unico immobile di proprietà dell’ASP. Qui potrebbero essere allocati tutti gli ambulatori ed anche altri servizi.