Picco o plateau, nel trapanese risalgono contagi. Scendono i ricoveri in intensiva

C’è un po’ di confusione anche nell’individuazione del picco o del cosiddetto plateau, la fase di assestamento dei contagi. Secondo gli scienziati, infatti, la variante Omicron avrebbe raggiunto questa fase ma in provincia di Trapani, dove il picco sarebbe stato raggiunto la scorsa settimana, ieri si è registrata una nuova impennata. La salita generale della curva sembra comunque essersi arrestata anche se fare previsioni è difficile perché poi arrivano i numeri di ieri che fanno registrare il record negli ultimi 9 mesi. Cifre che però vanno lette assieme all’elevatissimo numero di tamponi che ha fatto abbassare di circa due punti percentuali il tasso di positività. Differenze sostanziali, comunque, fra le varie regioni e fra le province di una stessa regione con andamenti che spesso vanno dal sali e scendi a situazioni di stasi e qualche volta di discesa.

Domenica il sottosegretario alla Salute, Pierpaolo Sileri, aveva anticipato che ancora ci sarebbero stati alcuni giorni di elevati contagi ma aveva anche ribadito l’importanza di fare la terza dose che «protegge al 67% dal rischio di infezione (chi è vaccinato ha 39 volte in meno il rischio di andare in terapia intensiva e 33 volte in meno di morire rispetto a chi non è vaccinato). La Sicilia da lunedì è zona arancione per avere superato i parametri della crescita del contagio ma anche dei posti ospedalieri occupati. Gli ultimi dati nella nostra regione hanno forse rimesso tutto in discussione. Ieri sono stati 7.516 i nuovi casi di Covid registrati a fronte di 41.955 tamponi processati; lunedì erano meno della metà e il tasso di positività è salito al 18% dal 13,9%.

In provincia di Trapani, già indicata dal CNR in fase di picco, i dati dell’Asp dicono che sono 13.667 gli attualmente positivi nel territorio, con un incremento di 559 in 24 ore, e che quasi la totalità è asintomatico o con pochi sintomi. Non c’è nessun’altra nuova vittima mentre sul fronte ricoveri calano quelli in terapia intensiva e sub intensiva mentre crescono, seppur di poco, quelli nei reparti covid ordinari. Alcamo e Castellammare hanno cifre abbastanza elevate. 1.069  (+20) nella cittadina alcamese e 532 (+13) in quella del Golfo. Poi, nel circondario, Buseto 28 e Calatafimi 215. Con Alcamo superano quota mille Castelvetrano 1128 e Mazara del Vallo mentre Marsala ha 2.679 positivi e Trapani 2.058.