Paceco, maltratta moglie e figlioletta: arrestato

Fine settimana di intenso lavoro per i Carabinieri della Compagnia di Trapani, che nell’ambito di una serie di servizi straordinari di controllo del territorio cittadino e dei comuni limitrofi, disposti dal Tenente Giovanni Rubino, con il dispiegamento di 30 uomini e 15 autovetture, e concentrati in particolare nella giornata di sabato, hanno identificato 125 persone e controllato ben 80 i mezzi. Tre le persone arrestate. Tra queste M.S., 38enne, emiliano ma residente a Paceco, con precedenti, per il reato di maltrattamenti di famiglia.  Nel corso del pomeriggio – e non era la prima volta- la furia dell’uomo si era nuovamente scagliata contro la giovane moglie, che aveva ancora una volta subito in silenzio le angherie del suo compagno. Questa volta, però, la sua violenza non aveva risparmiato nemmeno la loro figlia, piccolissima, appena un anno e mezzo. Dev’essere stata questa la goccia che ha fatto traboccare il vaso, e la donna, preso il coraggio a due mani, approfittando di un momento di distrazione del marito in quell’infernale pomeriggio, non potendo tollerare la brutalità nei confronti della piccola, ha chiesto l’aiuto dei Carabinieri. L’arrivo dei militari ha nuovamente mandato su tutte le furie l’uomo, che ha cercato ancora di prendersela con la moglie, ritenuta “responsabile” di aver allertato le Forze dell’Ordine. I Carabinieri, resisi conto della gravità della situazione e della pericolosità dell’uomo, lo hanno arrestato arresto per maltrattamenti. Su disposizione del magistrato di turno, l’uomo è stato immediatamente condotto presso il carcere di San Giuliano, a disposizione dell’A.G., mentre la donna e la bambina sono state portate in ospedale: medicate dal personale del 118, sono state entrambe giudicate guaribili in pochi giorni per le lesioni subite. Nella “morsa” dei controlli effettuati dal NORM dei Carabinieri anche due trapanesi Francesco Gabriele, 36enne, e Alessio Minaudo, 26enne, i quali ristretti agli arresti domiciliari, non erano in casa al momento del controllo effettuato dai militari dell’Arma. Sono così scattate le manette per evasione e sono stati tradotti presso la locale Casa Circondariale di Trapani.

000 copies Five cover versions
woolrich arctic parka Stand Out With 1980s Makeup

If dip seems too thin
woolrich outletNews you should already know for the week of Feb