Partinico, tre arresti operati dai carabinieri

    0
    446

    Importanti operazioni di controllo del territorio dei Carabinieri di Partinico.

     

    I primi a finire in manette, in ordine temporale, sono stati Marcu Petrut Bogdan, romeno 26enne e Aurora Antea, romena di 45 anni. Per entrambi l’accusa è di furto aggravato in concorso.

     

    In seguito alla segnalazione di due furti, segnalati a pochi minuti di distanza l’uno dall’altro, – il primo ai danni di un esercizio commerciale di Partinico, il secondo denunciato da un supermercato di Borgetto – commessi entrambi da due extracomunitari, i Carabinieri hanno effettuato un controllo in zona ed hanno intercettato una Seat Ibiza, a bordo della quale vi erano l’uomo e la donna.

     

    All’interno del mezzo sono stati rinvenuti dei borsoni contenenti la refurtiva (25 bottiglie tra liquori e champagne, una trentina di confezioni di Parmigiano Reggiano sottovuoto).

     

    I due, accompagnati in caserma, sono stati tradotti presso il Tribunale di Palermo dove sono stati giudicati con il rito direttissimo, a seguito del quale, dopo la convalida dell’arresto, son ostati condannati entrambi ad un anno di reclusione e 400 euro, pena sospesa.

     

    Con l’accusa di detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio è stato , invece, arrestato Alessandro Leto, 38enne operaio partinicese.

    In seguito alla perquisizione domiciliare, i militari hanno rinvenuto e sequestrato, complessivamente, 320 grammi di marijuana.

     

    Espletate le formalità di rito, l’arrestato è stato associato presso l’“Ucciardone” di Palermo.

     

    Nel corso della stessa operazione, i militari hanno perquisito un altro appartamento sullo stesso piano, nella disponibilità di due soggetti, di cui uno minorenne, entrambi denunciati in stato di libertà per: coltivazione e detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio e per aver trasformato giocattoli in armi.

    I due sono infatti stati trovati in possesso di una pianta di canapa indiana di circa 90 cm di altezza, coltivata in un vaso in plastica sul balcone dell’abitazione, e 8 grammi di marijuana, oltre ad una pistola giocattolo priva del contrassegno rosso.

     

    La sostanza stupefacente e la pistola giocattolo sono state sottoposte a sequestro.