Partinico, continua la “tolleranza zero” sui rifiuti

    0
    384

    Per preservarne il decoro, si spostano i cassonetti dal centro urbano, ma molti cittadini incivili continuano ad abbandonare i rifiuti senza controllo, l’amministrazione intensifica la repressione del fenomeno con la Polizia Municipale in via Aldo Moro e Contrada Cicala.

    Sono state elevate dieci multe nella sola mattinata di ieri. Per eliminare il degrado e i problemi viari causati dall’accumulo di rifiuti davanti allo stadio, l’amministrazione ha tolto quattro cassonetti e tre campane da Viale Aldo Moro, ma l’abbandono illegale di spazzatura nella zona continua. La Polizia Municipale, prosegue con gli appostamenti per i controlli nelle zone più sensibili.

    Inoltre la giunta ha varato ieri l’aumento dell’importo delle multe a carico di chi non rispetta ordinanza di conferimento rifiuti, da 50 a 250 euro.

    Per l’assessore Giovanni Pantaleo “nonostante in via Aldo Moro, a 10 metri di distanza dall’area interessata dallo spostamento dei cassonetti ci sia la raccolta porta a porta ed appena 50 metri più in la il lato opposto sia servito da una postazione per i rifiuti, molti cittadini incivili hanno continuato lo stesso a lasciare i rifiuti a terra davanti allo stadio, la stessa cosa avviene in Contrada Cicala. Stiamo lavorando ad estendere il servizio di raccolta porta a porta in tutto il centro abitato e a togliere completamente cassonetti dall’area urbana entro ottobre”.

    “Ieri come giunta abbiamo votato l’aumento delle multe a carico di chi abbandona i rifiuti fuori dalle postazioni consentite da 50 a 250 euro – aggiunge il vicesindaco Sergio Bonnì, i cittadini sappiano che abbiamo adottato la tolleranza zero contro i trasgressori”. “Serve la piena collaborazione dei cittadini per migliorare il servizio della raccolta rifiuti”. Si stanno facendo grandi sforzi per liberare il perimetro urbano dai cassonetti ed estendere il porta a porta, – conclude il sindaco di Partinico Salvo Lo Biundo, ma una certa propensione all’abbandono incontrollato dei rifiuti in spregio al rispetto delle regole va fermata senza cedimenti, per questo non faremo sconti a nessuno”.