Partinico: rifiuti dirottati a Catania

0
394

Da oggi è ripresa la raccolta dei rifiuti in città. La situazione si è sbloccata ieri a seguito dello stanziamento di una delle mensilità arretrate che il Comune dove corrispondere all’Ato Palermo 1, l’ente che svolge il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti. Finalmente l’ufficio Ragioneria ha dato il via libera alle 400 mila euro dovute alla società d’ambito, tenute da una decina di giorni in freezer per effetto del diniego all’autorizzazione emesso dal responsabile di Settore, Leo Russo, in quanto le casse dell’ente soffrono di mancanza di liquidità. Si riparte con la raccolta da una situazione davvero difficilissima: essendo da oltre una settimana ferma la raccolta si contano sul territorio almeno 500 tonnellate di rifiuti di raccogliere, oltre a quelli che giornalmente vengono prodotti. Rientrare da questa emergenza non sarà affatto facile anche perché a complicare tutto è arrivato anche lo stop dalla discarica di Trapani al conferimento da parte degli autocompattatori di Partinico. “Troppe le fatture arretrate da corrispondere – rivela l’assessore all’Ambiente Diego Campione – e per questo motivo ci è stata negata l’autorizzazione a continuare a conferire a Trapani. Fortunatamente proprio ieri abbiamo incassato dalla Regione l’ok a potere conferire in un’altra discarica a Catania e quindi la situazione si sta sbloccando”. Ma ovviamente la distanza per conferire inciderà sui tempi di raccolta dei rifiuti in città. Essendo i mezzi a disposizione abbastanza limitati, anche per effetto delle difficoltà economiche in cui versano l’Ato e i Comuni, si ridurranno inevitabilmente i viaggi degli auto compattatori e quindi si potrà conferire meno rispetto a Trapani che invece è più vicina. “Ci è stato assicurato dall’Ato – precisa Campione – che sin da subito, anche per effetto dello stanziamento appena effettuato, si procederà al recupero dei rifiuti con un impiego di mezzi straordinario. Speriamo si faccia al più presto perché la situazione è caotica e allarmante allo stesso tempo”. Il riferimento è all’enorme cumulo di rifiuti che giace nelle strade. Due notti fa si è verificata una sorta di “sommossa” da parte dei cittadini che hanno svuotato per strada i cassonetti stracolmi di immondizia in diversi punti della città, sbarrando quindi la strada ai mezzi in transito. E’ successo nelle vie Partinico, Benevento e Isernia. E’ stato necessario l’intervento dei vigili urbani e dei carabinieri, oltre che di imprenditori privati che si sono offerti volontari e degli operatori dell’Ato per sgomberare le strade.