Partinico e Carini, due arresti nell’ambito delle truffe per i falsi incidenti

0
476

Un pregiudicato di Partinico ed un incensurato di Carini figurano tra i 42 arrestati da polizia e guardia di finanza nell’ambito delle operazioni “Contra fides” e “Tantalo bis” di polizia e guardia di finanza. Ad essere assestato un altro colpo a un’organizzazione che avrebbe truffato le assicurazioni con falsi incidenti, provocando gravissimi danni fisici alle vittime compiacenti e facendo un morto. Il partinicese arrestato è Benedetto Mattina, 40 anni, con precedenti per rapina e in materia di armi e stupefacenti; il carinese invece è Domenico Schillaci detto Emanuele, 33 anni. Si tratta di un’altra tappa dell’inchiesta che già lo scorso anno aveva portato a 11 fermi e a una cinquantina di indagati. A fronte degli spiccioli alle vittime, le organizzazioni, che si sono avvalse delle prestazioni di compiacenti professionisti, intascavano elevati rimborsi. La persona rimasta uccisa è un tunisino, Hadry Yakoub, trovato morto in strada a Palermo. Per questa vicenda erano state già fermate lo scorso agosto tre persone. La morte, in un primo momento decretata come conseguenza di un incidente stradale, in realtà era stata determinata da fratture multiple per simulare il sinistro.