Parco sub-urbano chiuso da 10 mesi, aumentano liquami e puzza. Protesta dei residenti

Il parco sub-urbano di Alcamo è chiuso dal mese di ottobre dello scorso anno. Scaduta la convenzione con l’associazione che lo aveva in affidamento, la Laurus, il polmone verde naviga in uno stato di degrado assoluto. I cancelli erano e sono tuttora sprangati ma incursioni di giovani vandali avvengono sistematicamente. Dopo la scadenza della concessione, mai c’è stata una proposta di rinnovo da parte della giunta Surdi. All’interno del parco, negli ultimi mesi di apertura, tantissimi i problemi legati alla messa in sicurezza.

In 10 mesi di chiusura e di quasi totale abbandono, pochissimo è stato fatto. Inoltre ha ripreso ad ingrossarsi la fuoriuscita di liquami fognari: un fiume nero, divenuto tremendamente maleodorante, che già da diversi mesi ha ripreso a scorrere. Una fuoriuscita dal pozzetto della fogna che sorge in piazza Bagolino nei pressi della villetta del Caffè Nannini, anche quest’ultima da un paio di mesi in stato di abbandono.

I cittadini che abitano al confine del parco sub-urbano lamentano la puzza insopportabile e la proliferazione di pericolose zanzare e altri insetti. Dal comune di Alcamo nessuno interviene. Ad onor del vero si è pensato soltanto a un piccolo cantiere di lavoro per riparare pochi angoli nei viali e alcuni muretti a secco. Per il resto, anche per la bella vegetazione presente, nulla è stato fatto.

Nel chiudere i cancelli del parco sub-urbano il presidente della Laurus, Giuseppe Cavarretta, aveva proposto l’istituzione di un tavolo tecnico per disegnare il futuro del parco sub-urbano ed aveva poi segnalato le emergenze sulle quali intervenire celermente. In quasi un anno, dagli uffici comunali non è arrivata alcuna risposta.

Ora i 12.000 metri quadri del parco sub-urbano rischiano di raggiungere un indecoroso livello di degrado. E dire che a metà novembre il sindaco Surdi aveva dichiarato: “Stiamo preparando il nuovo avviso per dare il parco in concessione”. Una preparazione, evidentemente, alquanto complicata e difficoltosa.