Ancora niente vaccini. Sciopero nella grande distribuzione

Sciopero dei lavoratori della Grande distribuzione in Sicilia per il 25 aprile e l’1 maggio. La decisione è stata comunicata dalle segreterie regionali di Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil al presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci.

I sindacati nei giorni scorsi avevano chiesto al governo regionale di disporre la chiusura delle attività commerciali visto l’aumento dei contagi Covid e la mancata iscrizione dei lavoratori del commercio tra le categorie con priorità nella campagna vaccinale.

La lettera – firmata da Monia Caiolo (Filcams Cgil), Mimma Calabrò (Fisascat Cisl) e Marianna Flauto (Uiltucs Uil) – evidenzia come “nonostante il clima di incertezza e timore che la Sicilia sta vivendo proprio in queste ultime settimane, ancora una volta nulla è stato disposto” in merito alle richieste dei sindacati. Secondo le sigle che rappresentano i lavoratori del commercio “alla luce degli ultimi dati relativi a contagi, ricoveri e decessi per Covid-19, per una maggiore tutela della salute e sicurezza dei lavoratori e di tutta la collettivita’, non è più rinviabile un intervento per la chiusura delle attività commerciali nelle giornate di domenica e festivi”.

I sindacati, inoltre, chiedono anche l’anticipo dell’orario di chiusura dal lunedì al sabato “intensificando, contestualmente, i controlli, e applicando le relative sanzioni”.