Musumeci in visita nel trapanese. A Valderice porto di Bonagia, a Calatafimi parco termale

Due visite istituzionali, ieri nel trapanese, del presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci. Nel primo pomeriggio il governatore è stato a Valderice dove è stato accolto, al municipio di piazza Sandro Pertini, dal sindaco Francesco Stabile e dal presidente del Consiglio comunale Alessandro Pagoto. Presente, tra gli altri, l’assessore regionale alle Attività produttive, Mimmo Turano. Musumeci si è poi soffermato con la giunta comunale e i capigruppo consiliari e successivamente, insieme al primo cittadino, si è recato nella frazione marinara di Bonagia per visitare il luogo dove sarà realizzato il nuovo porticciolo, finanziato di recente dalla Regione con 31 milioni di euro.

In serata il presidente Musumeci si è recato nella cittadina calatafimese ricevuto a palazzo di città dal sindaco Francesco Gruppuso, dalla giunta e dal consiglio comunale. Tanti gli argomenti al centro del confronto tra cui soprattutto la riforma termale che vede quel territorio particolarmente interessato. La nuova legge non ce la dovrebbe fare ad andare in aula prima delle elezioni anche perché non sembrano compatte le forze politiche che dovrebbero votarla.  La visita è servita poi anche ad inaugurare, se in maniera postuma, il restyling del belvedere Vivona, alle spalle della chiesa del Crocifisso, e la sua messa in sicurezza.

Le opere sono state ultimate a novembre, nei tempi previsti dal capitolato d’appalto, dalla Alberti costruzioni di Messina, per un importo complessivo di 400 mila euro. L’intervento è stato effettuato in una zona nevralgica per Calatafimi che, in questo modo, ha riottenuto uno spazio di fondamentale importanza, luogo che ha visto crescere tante generazioni di giovani e che ha anche un grande valore turistico per la presenza, nei pressi, anche del castello medievale.