“Muffulette” a cascate per San Martino. Stesso prezzo dello scorso anno

0
162

Si celebra dopodomani venerdì la festa di San Martino, che secondo un vecchio proverbio  ”ogni mosto diventa vino». E la città di Alcamo è famosa per il suo ottimo vino. Domani vigilia di San Martino i panifici alcamesi sforneranno migliaia di “muffulette”, che vanno mangiate calde e condite con l’olio nuovo. Nel segno dunque di una tradizione il consumo di “muffulette” e le tradizioni vanno tutelate perché fanno parte della memoria del popolo e senza memoria non c’è futuro. Tradizioni da fare conoscere ai ragazzi delle scuole. Ben venga dunque anche la celebrazione della festa di San Martino. I biscotti, dolci tradizionali, con le sue varietà ovvero infarciti di cioccolata o ripieni di ricotta ma soprattutto le “muffulette” si consumano la vigilia del giorno di San Martino e arricchiscono le tavole imbandite. Pani, fatti con farina arricchita di semi di finocchio e conditi con olio nuovo, formaggio, sale, pepe, formaggio, acciughe, ma ognuno è libero di far sbizzarrire la propria fantasia. Una “muffuletta” di 200 grammi costa un euro. Quella di 100 grammi ottanta centesimi. Il costo è lo stesso dello scorso anno mentre il pane è aumentato. Ma non sarebbe giusto pesare il pane e compensarlo nel caso in cui pesa meno di quanto dichiarato? Tornando alle “muffulette” queste vengono accompagnate  dal vino, un tempo appena uscito dalle botti. Oggi in bottiglia. Secondo la tradizione siciliana, in questo giorno, i proprietari terrieri distribuivano del pane caldo e condito, ai contadini. Un gesto che nella tradizione popolare si rifà alla solidarietà espressa da San Martino al povero a cui diede un pezzo del suo mantello per ripararsi dal freddo