Monte Bonifato, tra spazzatura e incivili senza dignità alcuna (VIDEO)

Passeggiare in mezzo la natura dovrebbe servire per godere delle bellezze del paesaggio come quello che può donare una riserva naturale. Peccato, che, proprio nella riserva orientata del Monte Bonifato, in una domenica presa d’assalto dai tanti che vogliono respirare aria pulita, e fare una passeggiata in mezzo al bosco, si riveli un vero e proprio colpo per chi, invece, la natura la ama davvero. Tante le facce di disprezzo alla vista dell’innumerevole spazzatura gettata davanti un’aria attrezzata, che ricordiamo essere inagibile, così come ha stabilito il libero consorzio comunale già dallo scorso anno. Allora la domanda, non può che essere la seguente: se l’aria attrezzata non è fruibile, chi ha lasciato le centinaia di sacchetti di spazzatura proprio lì davanti? Tra l’altro, non solo la “classica” immondizia, ma anche tanti oggetti ingombranti come padelle, stendini, tappetino anti scivolo del box doccia, cartoni, ma anche libri. Insomma, un vero e proprio scempio alla natura, ma anche a noi stessi. Gli incivili, non solo hanno gettato la spazzatura lì davanti l’aria attrezzata, sacchetti contenenti anche bottiglie di plastica, lasciati lungo la strada che prosegue e va verso la Madonna dell’Alto. Chi ha fatto questo, oltre essere, come già detto prima, una persona del tutto incivile, non può che essere assolutamente definito un criminale. Nessun comportamento del genere è giustificabile.  Il rispetto della nostra casa, va a pari passo con quello che ci circonda, così come le strade, ma anche e soprattutto la natura in torno a noi. Il Monte Bonifato, ricordiamo che, sulla carta, è sempre una riserva naturale, quella di tutti noi, creata da Dio, per godere e darne ossigeno, a noi, esseri umani, coinquilini di una terra, non nostra. Eppure, nonostante la meraviglia che abbiamo la fortuna di avere, non siamo in grado di rispettare lei, e né noi stessi. La riserva orientata Bosco di Alcamo, un gioiello, che se fosse in altra regione d’Italia, probabilmente sarebbe tra il fiore all’occhiello del comprensorio. Ma qui, in provincia di Trapani, è totalmente abbandonato a se stesso. Peccato che, questi alberi, questi boschi, e tutta la flora, perché della fauna, non è rimasto più nulla, non vengano rispettati se non dai pochi che apprezzano tutto questo. Eppure, proprio gli stessi alberi, danno ossigeno, anche a chi se ne frega e butta la spazzatura lì in mezzo.