Mazara, potenziato il “191” per fronteggiare l’emergenza rifiuti

0
553

“Dalla serata di ieri è stato potenziato il servizio di raccolta rifiuti attraverso l’aumento del numero dei mezzi utilizzati dalla società privata chiamata dal Comune ad effettuare parte del servizio che dovrebbe svolgere l’Ato Belice e che invece non effettua”.

Lo ha dichiarato il Sindaco di Mazara del Vallo on. Nicola Cristaldi annunciando che, su richiesta del Comune, il Consorzio Sea Ambiente di Mazara ha incrementato il numero di mezzi utilizzati per rimuovere i rifiuti accumulati nei cassonetti. Dal 30 aprile il Consorzio, che ha prodotto la migliore offerta di € 9,50 a quintale oltre Iva rispetto alla base d’asta di € 10,00/quintale oltre Iva, opera in sussidio con Belice Ambiente spa in liquidazione, in base all’attuazione del provvedimento “ex 191” attuato dal Comune per fronteggiare l’emergenza igienico-sanitaria.

I rifiuti rimossi vengono smaltiti presso l’area di trasferenza di Alcamo.

Il provvedimento è operativo fino al prossimo 18 maggio, ma potrebbe essere revocato prima, qualora fossero ripristinate le normali condizioni igienico-sanitarie. È un provvedimento straordinario che, grazie anche all’incremento dei mezzi assicurerà un servizio più efficiente e permetterà un altro passaggio verso la normalizzazione del sistema raccolta rifiuti.

“Il tutto – dichiara il Sindaco Cristaldi – in attesa che si concretizzi il trasferimento del personale dell’Ato Belice alla costituita nuova società (SRR) che consentirà la gestione diretta dei Comuni del servizio di raccolta rifiuti. La maggior parte dei Comuni dell’Ato ha deciso di assegnare all’esterno il servizio. Saranno società private ad effettuare la raccolta – conclude Cristaldi – avvalendosi solo della manodopera dei dipendenti della SRR utilizzando mezzi e tecnologie propri”.