L’on. Palmeri a Bonventre: “il bue dice cornuto all’asino”

Valentina Palmeri, deputato all’Ars del Movimento 5 stelle non le manda a dire e risponde con una nota al sindaco di Alcamo Sebastiano Bonventre che, ieri , durante l’assemblea cittadina, aveva fatto notare, con una certa veemenza la sua assenza ad un così importante incontro: “Mentre mi trovavo in commissione bilancio per cercare, con gli altri portavoce, di correggere l’impresentabile finanziaria presentata dal Governo, ho saputo che il sindaco bonventre strumentalizzava la mia assenza durante l’assemblea cittadina svoltasi oggi nella palestra Tre Santi”- si difende la Palmeri, che commenta piccata: “Sembra un po’ la storia in cui il bue dice cornuto all’asino; mentre noi stiamo lavorando senza interruzioni in tutto il periodo di festività natalizie, con umiltà, per cercare di tutelare tutti i siciliani, il sindaco di Alcamo, notoriamente assente, espressione di continuità dell’amministrazione che ha provocato i danni in discussione, mi accusa di non essere presente! “Prima di accusare l’assenza dei deputati regionali, – continua il deputato a 5 stelle nella nota – dovrebbe fare un esame di coscienza e domandarsi se ha intenzione di fare il sindaco, il professore o il medico, atteso che continua a svolgere contemporaneamente tutte e tre le professioni, in particolare la prima con risultati quasi disastrosi.  Alcamo ha bisogno di un sindaco a tempo pieno e non part-time, bonventre decida cosa vuole fare, prima di scaricare su altri le proprie incapacità!” E conclude con un secco invito: “Mentre continueremo ad oltranza a lottare articolo per articolo sulla correzione della legge di stabilità, fino a capodanno, auguro al vacanziero sindaco di cominciare a lavorare nell’anno che verrà, e lasciare queste ridicole strumentalizzazioni ai professionisti dei disastri, ossia i politici di professione… lui è sempre in tempo a tornare a fare il suo lavoro a tempo pieno, il che sarebbe senz’altro auspicabile”.