Lite fra studenti a Marsala, banco lanciato colpisce docente. Frattura setto nasale

0
92

Frattura del setto nasale per un insegnante di scuola superiore che si è trovato coinvolto, suo malgrado, in una furiosa lite tra due studenti di una prima. E’ accaduto a Marsala, all’istituto tecnico tecnologico Giovanni 23° – Cosentino. I due quattordicenni, due marsalesi, uno di origini nordafricane ma italiano a tutti gli effetti, hanno avuto un diverbio e dopo le prime battute sono passati alle mani, dandosele di “santa ragione”. Ad un certo punto, uno dei due, avrebbe afferrato un banco e lo avrebbe alzato in aria per scagliarlo contro il compagno.

Nel momento in cui stava lanciando il banco, alle sue spalle è arrivato un insegnante che è stato colpito in pieno volto con conseguente frattura del setto nasale. Il docente marsalese, naturalmente, è stato costretto a ricorrere alle cure dei medici del Pronto soccorso dell’ospedale “Paolo Borsellino”.  Per i due studenti protagonisti della violenta lite, ovviamente, sono arrivati pesanti provvedimenti disciplinari.

Uno dei genitori dei due ragazzi coinvolti nell’increscioso episodio ha contattato la redazione di TP 24 per dare una sua versione dei fatti. Il padre non ha giustificato l’accaduto e siè dispiaciuto per “il professore che è stato colpito involontariamente”. Dopodichè ha spiegato che ad aver tirato per ben due volte il banco, ed una sedia, e ad aver impugnato un piccolo bastone di ferro non è stato non suo figlio, ma l’altro studente, marsalese pure lui ma di origini nordafricane.

Il bastone sarebbe stato poi tolto da una bidella. “Sono ragazzini, – ha detto poi il padre dello studente -; hanno fatto pace e non giustifico l’accaduto, ma voglio che la gente prima di attaccare noi genitori sappia come stanno le cose”.