La Dia sequestra beni per due milioni

    0
    247

    La Direzione Investigativa Antimafia di Palermo ha posto sotto sequestro a Palermo un consistente patrimonio, valutabile in oltre 2 milioni di euro.

    I beni sequestrati sono riconducibili a tre indiziati mafiosi palermitani, ritenuti organici alla “famiglia” di San Lorenzo:

    BIONDINO Giuseppe 32 enne, detenuto, nipote di Biondino Salvatore, tratto in arresto unitamente al capo di “cosa nostra” Riina Salvatore;

    BILLECI Giuseppe 63enne, detenuto, ritenuto vicino ai “noti” Lo Piccolo;

    MINNITI Gaetano, 42enne, prestanome di mafiosi del mandamento “San Lorenzo-Tommaso Natale”.

    Tra i beni sequestrati figurano immobili, veicoli, imprese, rapporti bancari ed altro.