Isole Egadi, attività di promozione e sensibilizzazione sulle tematiche ambientali

Fine settimana dedicato alla divulgazione della mobilità sostenibile all’interno dell’Area Marina Protetta delle isole Egadi, alla difesa e tutela dell’ambiente, della flora e della fauna marine ed alla sensibilizzazione degli studenti delle scuole superiori sulle tematiche ambientali.

Questi sono i tre principali obiettivi raggiunti nel corso di un’attività promozionale e di comunicazione, inserita nell’ambito del protocollo nazionale stipulato tra il Ministero della Transizione Ecologica ed il Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera, con l’obiettivo di incrementare la sostenibilità ambientale dei servizi di pattugliamento e controllo in luoghi di particolare pregio ambientale, con un elevato grado di biodiversità e peculiarità dell’habitat e delle specie presenti, come le Aree Marine Protette ed i parchi sommersi.

La prima attività ha riguardato la reimmissione in mare di un esemplare di tartaruga marina Caretta Caretta      nelle acque antistanti il Golfo di Castellammare, el locale Ufficio Marittimo in collaborazione con i medici veterinari dell’Istituto Zooprofilattico sperimentale di Palermo, che ha consentito di rilasciare nel proprio habitat naturale l’esemplare di tartaruga marina sottoposta ad indagini diagnostiche, cure mediche e terapie di supporto presso il Centro di monitoraggio e controllo di tartarughe marine e cetacei dell’Istituto zooprofilattico sperimentale della Sicilia “A. Mirri”.

Infine una delegazione di militari della Capitaneria di Porto di Trapani ha partecipato ad una giornata ecologica per la pulizia del litorale della frazione di Nubia, dal molo alla torre, nella zona B della Riserva naturale delle Saline di Trapani e Paceco. All’iniziativa, promossa da Decathlon e patrocinata dall’Amministrazione comunale di Paceco, erano anche presenti i volontari del WWF (Ente gestore della riserva) e dell’associazione “I sentieri di Gu”, che hanno raccolto e differenziato i rifiuti presenti lungo il litorale.

Gli eventi e le attività svolte hanno messo in evidenza l’impegno, la volontà e la sinergia di tutti gli Enti e le Amministrazioni partecipanti per diffondere i principi della mobilità sostenibile, la tutela generale dell’ambiente e del territorio e, nello specifico, dell’ambiente marino e costiero, uno dei compiti principali della Guardia Costiera.