Incendio anche d’inverno a Scopello, l’appello dei residenti rimane inascoltato

0
421

Sono tornate alla carica le 25 famiglie con case di villeggiatura delle contrade Scarmuci, Vusucari e Piano Livreri di Castellammare, le tre contrade devastate dagli incendi dello scoro agosto. Hanno messo a punto una rete per sorvegliare la zona dagli attacchi dei piromani. Venerdì sera le in contrada Scarmuci, fiamme sono divampate ma sono state tempestivamente spente grazie ad una telecamera sterna. Appare chiaro che si tratta di un incendio doloso proprio in una nottata di vento molto forte. Gli incendiari non demordono sia in estate che in questo a tratti caldo inverno. Sono otto le richieste punti che i residenti, si tratta in massima parte di persone provenienti dal Veneto e Lombardia, inviate. alle istituzioni. La prima richiesta riguarda la percorribilità delle strade per favorire il transito dei messi di soccorso. Il ripristino delle torrette di sorveglianza, e l’istallazione di videocamere e foto trappole, Hanno sottolineato che sono quasi inesistenti i controlli da pare delle forze dell’ordine e venerdì sera la tempestività dello spegnimento grazie ad una telecamera privata che ha filmato le fiamme, la cui visione ha favorito l’intervento altrimenti l’incendio sarebbe arrivato vicino alle case, Serve un piano della protezione civile, è stato sottolineato con vi di fuga e punti di raccolta sicuri. E in qualche occasione l’incendio scoppia a causa del fuoco appiccato ai cumuli di immondizia. Il comitato lancia l’ennesimo allarme ma gli appelli continuano a restare inascoltati