Il progetto “Periplo” sbarca nell’AMP delle Egadi

    0
    335

     

    È un ibrido tra barca a vela e gommone, progettata e costruita interamente in Sicilia, e utilizza esclusivamente vele fotovoltaiche e motori ausiliari elettrici: si chiama “Maribelle615” ed è arrivata ieri a Favignana.

    L’innovativa imbarcazione, condotta dal progettista Francesco Belvisi, sta circumnavigando la Sicilia con la barca appoggio “Bad 37”, altra imbarcazione realizzata anch’essa in Sicilia e munita di innovative vele fotovoltaiche, con il progetto “Periplo”, promosso dalla Sezione Palermo Centro della Lega Navale Italiana e dal Consorzio Arca dell’Università degli Studi di Palermo.

    L’iniziativa, unica nel suo genere, è animata da uno spirito ecologico ed è tesa a promuovere una cultura dell’energia pulita in mare, incoraggiando un nuovo modo di vivere la vela (anche attraverso il camping nautico), che, nel rispetto dell’ambiente, valorizzi la bellezza del patrimonio costiero siciliano.

    Nella giornata di ieri l’equipaggio delle due barche ha incontrato il Direttore dell’Area Marina Protetta “Isole Egadi” per illustrare il progetto e l’avveniristica imbarcazione.

    “Si tratta di un prototipo molto interessante – ha commentato il Direttore dell’AMP, Stefano Donati – perché coniuga le tecnologie amiche dell’ambiente, il fotovoltaico e i sistemi di propulsione elettrici, ad una progettazione innovativa delle vele e dello scafo. L’obiettivo è una barca a vela ecologica alla portata di tutti, per il campeggio nautico, da mettere in commercio a prezzi concorrenziali. Per barche così – conclude Donati – l’area marina protetta prevedrà misure premiali, limiti meno restrittivi e tariffe agevolate.”