Il ‘PalaDangelo’ fa il botto, più di 800 vaccini al giorno. E siamo ancora in fase di rodaggio (VIDEO)

Da sinistra sindaco Surdi, direttore hub Palmeri, commissario ASP Zappalà e direttore vaccinale Canzoneri

Poco più di 300 nella giornata inaugurale, quando ancora il personale correva a destra e a manca per mettere ogni cosa al suo posto, in sole tre postazioni funzionanti ma già oltre il range massimo prestabilito di 700 inoculazioni al giorno. Stanno andando come il vento personale, protezione civile e organizzazioni  impegnati, dalle 10 del mattino e fino a dopo le 18, all’hub distrettuale vaccinale di Alcamo, allestito all’interno del palasport “Enzo D’Angelo”.

Ieri, con tutte le postazioni funzionanti e suddivise nei due corridoi, al ‘PalaDangelo’ sono state somministrate 820 dosi. Oggi il dato è stato confermato e anzi superato. Si viaggia a una media di oltre 100 inoculazioni all’ora, operazioni che vengono anticipate dalla fase di accettazione effettuata dal personale amministrativo e dal rilievo dell’anamnesi da parte dei medici. Continuando di questo passo, alla luce del numero di già vaccinati nei locali dell’ospedale ‘San Vito e Santo Spirito’ e negli altri centri della provincia di Trapani, tutti i residenti nel distretto sanitario di Alcamo (che comprende Calatafimi e Castellammare) potrebbero essere immunizzati nel giro di un un paio di mesi.

Il nuovo centro vaccinale, dotato anche di un ampissimo parcheggio, è certamente arrivato con parecchio ritardo su quelle che erano le esigenze del territorio. Questo, però, non è il momento di individuare le responsabilità (ogni istituzione si passi la mano sulla coscienza) e nemmeno di fare polemiche. E’ invece tempo di esternare soddisfazione per quello che sembra di gran lunga, dopo quello mega di Trapani, il più funzionale e bene organizzato hub della provincia.

Adesso è compito della gente farsi vaccinare, dotazione di sieri permettendo, e di rispettare i giusti comportamenti durante le necessarie code per ottenere la dose. Per questo sono all’opera, al ‘PalaDangelo’, ben quattro associazioni di protezione civile: il comitato di Alcamo della Croce Rossa Italiana, l’ANPAS, la Fire Rescue e l’ERA. Sono loro che si occupano dell’accoglienza, dell’assistenza e dello smaltimento anche della parte amministrativa.