Grande caldo, ASP di Trapani vara piano. Coinvolti medici e protezione civile

0
195

Prevenire gli effetti negativi dei fenomeni climatici estremi, come le ondate di calore sulla popolazione più a rischio, si conferma tra i punti prioritari dall’attenzione della direzione generale dell’Asp di Trapani. Un’attività finalizzata alla prevenzione e alla promozione della salute. Con questo obiettivo è stato predisposto il “Piano Operativo Locale per la prevenzione degli effetti delle Ondate di Calore – Estate 2024”, curato da Giuseppe Valenti, responsabile Educazione e Promozione della Salute Aziendale, nonché direttore del distretto sanitario di Alcamo che comprende anche i comuni di Calatafimi e Castellammare. Il piano è stato redatto nel rispetto delle “Linee Guida Regionali per la prevenzione degli effetti nocivi delle ondate di calore sui soggetti fragili”, con particolare riferimento a chi non può usufruire di supporto familiare o vive in locali non attrezzati a contrastare gli effetti delle temperature eccessive. In tali casi risulta determinante la tempestività delle comunicazioni. Per questo l’ASP di Trapani ha attivato specifici strumenti a livello locale a partire da una rete di assistenza che comprende Medici di Medicina Generale (MMG); Presidi di Continuità Assistenziale; Guardie Mediche Turistiche; Punti di Primo Intervento; Protezione Civile; Presidio territoriale di emergenza, Pronto Soccorso ed eventuali Servizi di Volontariato Sociale e degli Enti Locali.

Le Centrali Operative Territoriali (le cosiddette COT), in caso di pervenute segnalazioni, attiveranno le unità aziendali, per eventuali interventi di assistenza domiciliare. I medici di famiglia dovranno provvedere alla sorveglianza attiva sui propri assistiti in condizione di fragilità, e in particolare su quelli che vivono da soli, verificandone le condizioni di salute nei momenti delle più elevate ondate di calore. Inoltre, l’Asp di Trapani ha disposto la divulgazione di materiale informativo attraverso le strutture aziendali, le farmacie, gli ambulatori di medici di famiglia e pediatri. In caso di emergenza bisogna comunque rivolgersi al proprio medico curante o al presidio di Guardia medica turistica più vicino. In funzione anche diversi numeri telefonici, oltre a quello del 118, uno per ogni punto di primo intervento dei vari ospedali del territorio: Trapani, Alcamo, Castelvetrano, Salemi, Marsala, Mazara del Vallo e Pantelleria.

Credito foto https://depositphotos.com/