“Friday for future”, domattina flash-mob contro le banche

0
510

Iniziativa a Castellammare del Golfo, domani mattina, dei ragazzi di Friday for Future per condannare il fatto che, Nonostante la comunità scientifica mondiale dica, da anni, che siamo nel pieno di una ​crisi climatica ed ambientale senza precedenti, alcune istituzioni, come le banche, continuano a scommettere ed investire sui combustibili fossili: petrolio, carbone e gas, unanimemente ritenuti i principali responsabili del riscaldamento globale!

Dagli Accordi di Parigi del 2015 ad oggi, ​33 tra le più grandi ​banche al mondo hanno investito ​1.700 miliardi di euro ​nel settore dei combustibili fossili. Dovevano azzerare i loro finanziamenti – si legge in una nota diramata dai combattivi giovani – e invece li hanno aumentati. Tra queste c’è ​UniCredit​ che, lo scorso anno, ha investito oltre 6 miliardi di euro in progetti legati ai combustibili fossili. ​Intesa Sanpaolo​, invece, dal 2012 al 2017, ha finanziato con 7 miliardi di euro la costruzione di gasdotti in giro per il mondo.

I ragazzi e le  ragazze di ​Fridays For Future, così come il neonato gruppo siciliano di Extinction Rebellion, non intendono più accettare – si legge in una nota-stampa –  comportamenti come questi che sono il simbolo di un sistema malato, dove coloro che controllano il petrolio si sono arricchiti e le cui conseguenze dovranno essere pagate dalle future generazioni.

Per questi motivi, abbiamo deciso di mettere in scena un’azione dimostrativa davanti alle più importanti ​sedi bancarie di ​oltre 20 ​città ​italiane. In contemporanea con l’uscita della terza stagione della famosa serie TV “​La Casa di Carta​”, venerdì 19 luglio 2019 faremo sentire ​pacificamente il nostro dissenso verso chi non ci vuole ascoltare perché, citando un discorso di Greta Thunberg, “​la nostra casa è in fiamme​”.

“Voglio che agiate come fareste in un’emergenza. Voglio che agiate come se ​la nostra casa fosse in fiamme​. Perché lo è.” In Sicilia il flash-mob si terrà a Castellammare del Golfo domattina alle ore 10:00 davanti alla sede di banca Intesa San Paolo, ​in Corso Bernardo Mattarella, 2​.