Fondi regionali, 9 milioni per prolungare orari delle scuole e combattere dispersione

0
265

Scuole aperte più a lungo per gli studenti e per il territorio al fine di portare avanti azioni efficaci di prevenzione e contrasto alla dispersione scolastica e alla povertà educativa. È l’obiettivo dell’avviso “Scuole aperte per il territorio”, pubblicato sul sito del dipartimento regionale dell’Istruzione con cui la Regione ha stanziato 9 milioni di euro per l’anno scolastico 2023/24. Un supporto economico per l’attivazione di tempo prolungato e tempo pieno nelle scuole medie e nel primo biennio delle superiori. Altri 9 milioni di euro sono previsti per ciascuno dei due successivi anni scolastici.

“In coerenza con l’Agenda europea per il contrasto alla povertà educativa – ha spiegato l’assessore regionale all’Istruzione e alla formazione professionale, Mimmo Turano – finanziamo interventi diretti all’ampliamento e al potenziamento dell’offerta formativa, al supporto agli studenti e studentesse a rischio di insuccesso e dispersione scolastica e alle loro famiglie, alla realizzazione di attività, nell’ottica di valorizzare le “Scuole aperte” come poli civici e culturali di comunità. È necessario intervenire tempestivamente per il recupero dei ritardi dell’apprendimento, – ha concluso Turano”. Le istituzioni scolastiche interessate al finanziamento possono presentare un unico progetto con moduli e laboratori tematici che offrano opportunità culturali per gli studenti a rischio di abbandono, con approfondimento delle competenze di base ma anche attraverso arte, teatro, musica, sport, lingue straniere, cultura ambientale, enogastronomia, multiculturalità, educazione alla pace e alla legalità. Ogni progetto avrà una durata complessiva compresa tra le 180 e le 360 ore, ma ogni modulo o laboratorio non potrà superare le 30 ore. Prevista anche la nascita di una rete territoriale con il coinvolgimento di vari partner, tra cui associazioni, istituzioni culturali e sociali, enti pubblici. Sul sito istituzionale del dipartimento dell’Istruzione e su quello del programma Fse+ sarà a breve attivata una piattaforma sulla quale caricare le proposte progettuali con gli allegati e che resterà attiva per 45 giorni.