Esplosione distrugge cucina in via Imperiale ad Alcamo, ustionato uomo di 75 anni

0
197

Una forte esplosione, questa mattina intorno alle 7.30, ha fatto sobbalzare un intero quartiere. Tanta paura soprattutto per le persone che ancora erano a casa a dormire. Ad esplodere la cucina della casa di un 75enne che vive da solo in via Vincenzo Imperiale. Il boato è stato avvertito tra via Verga, Via Vittorio Veneto, Via 15 maggio e strade adiacenti. Sul posto sono immediatamente intervenuti i vigili del fuoco del distaccamento di Alcamo che hanno proceduto a mettere in sicurezza i locali.

Per fortuna la deflagrazione ha interessato soltanto la cucina dell’abitazione che sorge al piano terra. Il resto della casa non ha subito grossi danni ma il vano cucina è andato completamente distrutto. Il settantacinquenne, in giornata raggiunto dai figli che vivono e lavorano in Emilia Romagna, ha subito numerose ustioni alle mani, alle braccia e al viso. Queste ultime quelle che destano maggiori preoccupazioni.

L’uomo è stato dapprima trasportato al pronto soccorso dell’ospedale San Vito e Santo Spirito e poi accompagnato per una consulenza al centro grandi ustioni di Palermo. Le sue condizioni sono serie ma non gravissime. Non si conoscono le cause dell’esplosione in quanto i vigili del fuoco sono stati chiamati dopo che tutto era accaduto. Si suppone comunque che la cucina possa essersi saturata di gas o per un fornello lasciato aperto oppure per una rottura del tubo che trasporta il gas.

Poi forse l’accensione della luce che avrebbe innescato lo scoppio. L’esplosione di questa mattina ha riportato alla memoria un simile episodio verificatosi, sempre ad Alcamo, nel luglio scorso, In quel caso però, nella piccola via Parini, la deflagrazione causò notevoli danni anche alla struttura della palazzina. Un gambiano di 28 anni, che viveva lì, subì vaste e gravi ustioni su quasi tre quarti del corpo.