Elezione sindaci, tre in corsa a Partinico e due a Misiliscemi. Si vota il 13 novembre

0
81

Sono tre i comuni siciliani che domenica 13 novembre andranno al voto per eleggere sindaci e consigli comunali. Tra questi due nella Sicilia occidentale, Partinico e Misiliscemi. In entrambi si tratta di un appuntamento importante. Nel primo caso perché i partinicesi potranno finalmente esprimere democraticamente il loro voto dopo le dimissioni del sindaco De Luca e circa tre anni di commissariamento. Nel secondo perché si tratta di un comune, Misiliscemi, nato da poco più di un anno e quindi finora mai dotato di sindaco, giunta e consiglio comunale. A Partinico sarà una corsa a tre per la poltrona di primo cittadino. 240 coloro che invece si proporranno per il Consiglio Comunale.

Nello schieramento del CentroSinistra, il candidato sindaco è il penalista Bartolomeo Parrino sostenuto da due liste civiche: “Partinico Comunità” e “L’Altra Partinico”. Sul versante del CentroDestra, l’insegnante Toti Longo è il candidato a primo cittadino; viene appoggiato da tre liste: “Fratelli d’Italia”, “Liberi Determinati e Chiari” e “Sud Chiama Nord”. Il terzo candidato a sindaco è Pietro Rao, dell’area Moderati – Conservatori. L’ex deputato nazionale e fondatore dell’MpA avrà l’apporto di 5 liste: “Nuova Partinico”, “Partinico nel Cuore”, “Autonomi e Partite IVA”, “Forza Italia” e “Nuova DC”.

Nel trapanese, a Misiliscemi, sono state presentate due liste e altrettanti aspiranti sindaci.  Uno è Salvatore Tallarita, del movimento Progetto Comune, e non poteva essere diversamente in quanto era stato proprio lui a fondare e guidare l’Associazione che è riuscita a concretizzare il progetto del nuovo Comune e fare indire il referendum.  Dovrà vedersela con Giuseppe Peralta, medico del lavoro ed ex consigliere comunale di Trapani. Quest’ultimo, con la lista Misiliscemi Insieme, viene sostenuto dal centro-sinistra sinistra e soprattutto da buona parte della coalizione del sindaco di Trapani, Giacomo Tranchida.