Elezioni. Europee, si vota dalle 15 di oggi a domani sera. Pure amministrative

0
127

Seggi aperti dalle 15 e fino alle 23 di oggi e poi, domani, dalle sette del mattino e sempre fino alle 23.   L’Italia eleggerà 76 deputati al parlamento europeo e verranno designati in proporzione alle preferenze ricevute all’interno delle liste dei vari partiti che supereranno la soglia di sbarramento del 4%.  Sulla scheda che elettorale il cittadino troverà l’elenco dei partiti in corsa nella sua circoscrizione, per il nostro territorio quella Sicilia – Sardegna, suddivisi su tre colonne. Per esprimere il voto si deve barrare il partito al quale si intende dare il proprio voto. È anche consentito di potere utilizzare le preferenze. Ogni elettore ne può esprimere fino a un massimo di tre, ovviamente per lo stesso partito. I tre candidati prescelti dovranno però essere di sesso diverso. Nel caso in cui i nomi indicati siano tutti e tre dello stesso sesso, saranno annullati il secondo e il terzo voto di preferenza. Insomma si possono votare due donne e un uomo o due uomini e una donna. Anche qualora l’elettore decidesse di optare per due sole preferenze, dovrà sceglierle di sesso diverso: un uomo e una donna. La Sicilia, assieme alla Sardegna, compone la quinta circoscrizione. In corsa ci sono 86 candidati. Dieci liste da otto ciascuna e una da 6.

In contemporanea, nella nostra isola, si vota in 37 comuni per rinnovare gli organi amministrativi. In provincia di Palermo sono interessati al rinnovo di sindaco e consiglio comunale anche Borgetto, Cinisi, Corleone, Monreale e Roccamena. Nel trapanese invece seggi elettorali aperti anche per le amministrative a Castelvetrano, Mazara del Vallo, Salaparuta e Salemi. Le giornate scelte per le operazioni di voto, sabato pomeriggio e domenica, sono anomale perché da sempre gli elettori sono stati abituati a votare la domenica e il lunedì.  Un aspetto che potrebbe far salire ulteriormente l’astensionismo. Non appena si chiuderanno le sezioni, domani sera, cominceranno le operazioni di scrutinio. Si partirà con le schede per le elezioni europee. La legge prevede infatti che questo scrutinio avvenga contemporaneamente in tutti i Paesi dell’Unione Europea. Lo scrutinio per le amministrative inizierà invece alle 14 di lunedì ed andrà avanti fino al termine delle operazioni.