Elezioni ad Alcamo. Il centrodestra: trattative al via per la sindacatura

Fino ad oggi è stato assente a tutte le riunioni del centrodestra per mettere a punto accordi, programmi e scelta di candidati, soprattutto quella del sindaco. Giovedì sera gli esponenti di partiti e movimenti sono tornati a riunirsi nello studio del giovane avvocato Alessandro Fundarò, esponente di Fratelli d’Italia. E durante la riunione si è parlato  dell’Udc, dell’assessore regionale alcamese Mimmo Turano, che fino ad oggi ha disertato tutte le riunioni promosse dal centrodestra.

Nella riunione dice Alessandro Fundarò: “Si è discusso solo ed esclusivamente del perimetro della coalizione medesima e non si è parlato di candidature a sindaco. Inoltre, si è stabilito che le stesse candidature verranno discusse nella prossima riunione prevista per la fine della prossima settimana e che siamo in attesa di una risposta da parte dell’UDC di aderire o meno alla coalizione”.

E l’Udc avrebbe garantito la presenza al prossimo vertice di giovedì, che potrebbe rappresentare l’avvio di un dialogo per varare una ampia coalizione, capace di battere il M5S, che ripresenterà l’uscente Domenico Surdi, che ad Alcamo e negli ambienti regionali e nazionali dei grillini, gode di stima e fiducia. Presenti alla riunione dell’altro ieri sera rappresentati di partiti: Lega, FdI, Diventerà Bellissima. Forza Italia. E di movimenti, Cantiere popolare, Movimento per le autonomie, Via e Siamo Alcamo.