Elezioni ad Alcamo. Il centrodestra punta su Tiziana Pugliesi

Fino ad oggi è stato assente a tutte le riunioni del centrodestra per mettere a punto accordi, programmi e scelta di candidati, soprattutto quella del sindaco. Giovedì sera gli esponenti di partiti e movimenti sono tornati a riunirsi nello studio del giovane avvocato Alessandro Fundarò, esponente di Fratelli d’Italia. Subito la notizia ovvero l’apertura dell’Udc con la presenza al vertice di giovedì prossimo durante il quale è probabile che venga nominata una delegazione per incontrare Tiziana Pugliesi, giovane e brillante avvocato, sulla cui candidatura a sindaco c’è unanimità   di consensi.

Tiziana Pugliesi è un avvocato penalista. Alle politiche del marzo 2018 è stata candidata alla Camera dei deputati nel collegio uninominale di Trapani per il centrodestra. Ottenne oltre 46 mila preferenze. Fu battuta da Piera Aiello candidata col M5S che in tutta Italia risultò il primo partito. Giovedì sera ha avanzato la candidatura a sindaco Alessandro Fundarò, coordinatore di FdI, ma si tratta di una richiesta, destinata a rimanere tale.

Forse per smuovere le acque. Presenti alla riunione rappresentati di partiti: Lega, FdI, Diventerà Bellissima. Forza Italia. E di movimenti, Cantiere popolare, Movimento per le autonomie, Via, e Siamo Alcamo di Giacomo Sucameli, consigliere comunale uscente, ma già assessore comunale e consigliere provinciale. Di professione vigilie del fuoco è figlio dell’ex sindaco Giuseppe Sucameli. La lista “Siamo Alcamo” sarà capeggiata da Giacomo Sucameli.

La disponibilità dell’Udc a partecipare al prossimo incontro del centrodestra potrebbe provocare scossoni poiché Mimmo Turano fino ad oggi ha viaggiato a braccetto con l’ex sindaco Giacomo Scala e con l’ex assessore Gaspare Noto, che puntano sulla candidatura a sindaco di Nicola Bambina. Questi da sempre ha militato nel centrosinistra ed oggi ricopre la carica di coordinatore comunale del Pd. Bambina comunque si adeguerà alle decisioni della segreteria regionale dei democratici. Intanto è stato avviato il dialogo tra il M5S, che ricandida Domenico Surdi con il gruppo di Abc, dove ha militato lo stesso primo cittadino uscente.

Due le liste che sta preparando l’ex deputato dei verdi, Massimo Fundarò, oggi vicino al deputato regionale Claudio Fava (Cento passi per la Sicilia) e ad Alcamo una lista presenterà questo logo. Due le liste per Domenico Surdi, tre quelle  di Via, ispirate da Nino Papania, il cui movimento cresce in provincia come conferma il risultato delle ultime elezioni a Marsala, dove l’ex senatore ha puntato su Massimo Grillo, scelta rivelatasi vincente. L’avvocato Leonardo Di Franco, potrebbe candidarsi a sindaco con Massimo Fundarò. Hanno fondato il Forum civico al quale è stato vicino il Pd, che oggi avrebbe imboccato altre strade.