Eccellenza, ultima gara per la finale. Al Mazara serve la vittoria

Ultima giornata dei triangolari play-off che decreteranno le due finaliste del campionato di Eccellenza che si nadranno a giocare il salto in serie D. Oltre al Mazara che deve giocare domani l’ultima gara, c’è ancora una possibilità pure per la Folgore che invece rimarrà alla finestra.  In caso infatti di pareggio senza reti fra Akragas e Nissa, verrebbe effettuato un sorteggio fra la squadra di Agrigento e quella di Castelvetrano per designare la finalista che andrà a giocarsi il salto di categoria.

Qualora invece da Akragas-Nissa uscisse una vittoria, sarebbe la squadra vincitrice, tra queste due, ad andare in finale. Stesso identico discorso anche nell’altro triangolare ma, in caso di pareggio a reti inviolate fra Sancataldese e Mazara, si andrebbe al sorteggio con estromissione proprio dei canarini. La sorte riguarderebbe soltanto Sancataldese e Canicattì.

Insomma l’undici di Marino, al Valentino Mazzola di San Cataldo, ha a disposizione un solo risultato per continuare a sognare la serie D: la vittoria con qualsiasi risultato. In tutti gli altri casi di pareggio, con o senza reti, i gialli mazaresi rimarrebbero fuori. Una stagione certamente strana, contraddistinta dal lungo stop per la pandemia e, alla ripresa, dalle numerose defezioni, che però sta riservando un finale davvero emozionante. Mazara e Sancataldese si sono affrontate recentemente, il 19 maggio, ma al Nino Vaccara e il match si concluse sullo 0 a 0.

Un’ulteriore dimostrazione sul grande equilibrio fra le due contendenti. L’altro precedente risale invece a settembre, proprio alla giornata inaugurale del torneo. In quell’occasione i verde-amaranto riuscirono a violare il terreno mazarese per 2 a 1. Adesso sarà comunque tutt’altra musica e tutt’altra partita con tensione ed emozioni che certamente potranno tagliarsi a fette. Se ne saprà di più a partire dal calcio d’inizio in programma domani alle 16,30.