Dopo 33 anni, festività senza “Costa Gaia”. Si lavora già alla ripartenza

Alcamo Torneo Costa gaia dicembre 2015

In questi giorni sarebbe stata all’opera la l:edizione numero 34 del torneo internazionale di calcio giovanile “Trofeo Costa Gaia”. Gli ultimi giorni dell’anno, come di consueto, sono quelli dedicati alle categorie dei più piccoli: centinaia di squadre che danno vita a concentramenti che vanno avanti dalla mattina e fino alla sera. Il covid, però, ha fermato quella che è la più longeva manifestazione sportiva del territorio e una delle più importanti, per il calcio giovanile, dell’intera nazione. Anni fa, i media nazionali, definirono il Costa Gaia “il Viareggio del Sud”.

La 34esima edizione della kermesse, organizzata fin dai suoi albori dalla scuola calcio Adelkam e diretta da Gaetano Lo Monaco, slitta al prossimo anno nella speranza che possa rappresentare il rilancio dello sport giovanile, un settore che è stato falcidiato dall’emergenza sanitaria. Molto ampio il numero di calciatori in erba, passati dai capi del Costa Gaia, che hanno poi raggiunto palcoscenici importantissimi. Fra questi Bernardeschi, Caldara, Mancosu, Bojinovic, Morfeo, Locatelli, Tacchinardi, Ventola, Mesto, La Gumina, Calajò, Rullo, Modesto, Miccoli, gli alcamesi Roberto Pirrello e Giuseppe Scurto. E poi ancora gli attuali professionisti in serie C, Mulè, Imperiale, Cannavò e Musso.

Il torneo internazionale, nell’ultimo ventennio è riuscito anche ad allestire un vernissage di presentazione, solitamente intorno 20 dicembre, divenuto un appuntamento cult per tutto il territorio con ospiti di grandissimo pregio: Tacconi, Liverani, Rivera, l’allenatore Pasquale Marino, Serse Cosmi, Roberto Boscaglia, Silvio Baldini, il giornalista Italo Cucci, cantanti, attori, olimpionici di atletica leggera, vertici regionali di Coni e Figc, esponenti delle associazioni di solidarietà.

Il torneo, infatti, ha anche legato il suo nome, nel corso degli anni, ad alcune associazioni riuscendo a raccogliere fondi in loro favore. Molto l’Adelkam, per il torneo Costa Gaia, ha ricevuto dalle istituzioni ma resta sempre qualche amarezza come ad esempio quella che mai la manifestazione è stata inserita nel programma dei Grandi Eventi della Regione nonostante gli alcamesi presenti nel governo e all’ARS.

Indissolubile, inoltre, il legame con la Conad che da 13 anni ha sostenuto il torneo arando la Conad Cup. In questo periodo di grigiore causato dall’emergenza sanitaria mancherà certamente agli alcamesi lo sfolgorante e vociante corteo che, ogni anno, per il 2 gennaio, accendeva il corso 6 aprile. Migliaia di ragazzini con le divise ufficiali, davano felicità a tutti coloro che incontravano. Grande gioia e particolari emozioni anche per le finali del 6 gennaio: mattinate davvero da incorniciare. L’ultima, quella scorsa, ha visto il trionfo della Roma sulla Sampdoria per 5 a 0. I giallorossi hanno così conquistato il 33esimo Costa Gaia. Appuntamento adesso al 6 gennaio 2022.