Domani sit-in dei forestali a Trapani

    0
    344

    Domani, martedì 4 settembre, i lavoratori forestali di Trapani e di tutta la Sicilia manifesteranno per chiedere al Governo regionale l’immediato avviamento al lavoro, per consentire il completamento delle giornate spettanti, interrotte, con il licenziamento dei lavoratori, a causa della mancanza di risorse economiche.

    La protesta, indetta dalla Flai Cgil, dalla Fai Cisl e dalla Uila Uil, si articolerà, a partire dalle 10, con un sit – in davanti la sede dell’Ufficio provinciale Azienda Foreste (via Vallona Trapani), dove i lavoratori forestali, provenienti da tutta la provincia, chiederanno il rispetto dell’accordo sindacale sottoscritto nel 2009 che prevede lo svolgimento di 101 giornate di lavoro per i 78isti, 151 giornate per i 101sti e 180 giornate di lavoro per i 151sti.

     

    Grande preoccupazione è stata espressa dalle organizzazioni sindacali di categoria che nel corso di un incontro, avvenuto nei giorni scorsi, con l’assessore regionale delle risorse agricole Francesco Aiello hanno ottenuto pochissime garanzie sul rispetto dell’accordo del 2009 e, dunque, sulla possibilità di consentire ai forestali il completamento delle giornate di lavoro che gli spettano.

     

    In particolare la Flai Cgil, la Fai Cisl e la Uila Uil denunciano il “tentativo di dividere i lavoratori con proposte demagogiche” e ribadiscono, inoltre, che “la categoria è unica, come lo è il sistema forestale, e necessita, quindi, di tutele non discriminatorie.”

    Intanto, i segretari provinciali della  Flai Cgil, la Fai Cisl e la Uila Uil di Trapani hanno chiesto, per domani, un incontro al Prefetto Marilisa Magno finalizzato a fare il punto sulla situazione e chiedere un intervento presso il Governo regionale per il rispetto degli accordi e degli impegni sottoscritti.