Discarica abusiva a Corleone con 300 chili di eternit. Avviata bonifica

Corleone, discarica con eternit

Qualcuno nelle nostre zone non ha ancora compreso l’alta pericolosità delle polveri di amianto, quelle che si producono con facilità dalla rottura e dallo sbriciolamento delle lastre di eternit. Rifiuti speciali e pericolosi che necessitano di smaltimento attraverso ditte specializzate e che invece vengono abbandonati ovunque, anche sul ciglio delle strade.

L’ultimo ritrovamento è stato opera della Guardia di Finanza che, durante le ordinarie operazioni di controllo economico del territorio, ha individuato a Corleone un appezzamento di terreno, all’interno del quale erano accatastati diversi rifiuti speciali. Successivamente, con l’ausilio di due tecnici comunali appositamente designati dall’ente locale quali ausiliari di polizia giudiziaria, è stato effettuato un sopralluogo più approfondito che ha accertato la presenza all’interno dell’area, estesa per circa 35 metri quadri, di lastre di eternit non integre per un peso di circa 3 quintali.

Le Fiamme Gialle hanno quindi rilevato, contro ignoti, i reati penali
contemplati dal Testo Unico in materia di tutela ambientale e punibili con l’arresto da 6 mesi a due anni e con un’ammenda da 2.600 a 26.000 euro. Ovviamente l’area adibita a discarica abusiva è stata sequestrata dai finanzieri della Tenenza di Corleone. E’ stato inoltre interessato anche il sindaco della cittadina, competente quindi sull’area interessata, per l’avvio delle operazioni di bonifica.