Dirigente in pensione dal 31/10, comune di Alcamo avvia solo adesso procedura

Uno dei dirigenti tecnici storici e forse più rappresentativi del comune di Alcamo, Anna Enza Parrino, è andata in pensione dal primo novembre scorso. Vincitrice di concorso, aveva preso servizio nel 1994 e per diversi anni ha avuto l’incarico di ingegnere-capo alla guida dell’ufficio tecnico comunale. Poi la rottura con l’amministrazione Scala e il passaggio alla provincia regionale per poi ritornare al comune di Alcamo. Da cinque giorni il suo posto, quello di dirigente del settore lavori pubblici e servizi manutentivi, è senza copertura. Gli uffici possono soltanto firmare i procedimenti ordinari. Qualora fosse necessario ricorrere alla straordinarietà e a interventi corposi, dovrà intervenire il segretario generale del comune di Alcamo. Il pensionamento di un dipendente comunale non arriva dall’oggi al domani. Si presenta una domanda mesi prima che poi viene accettata.

L’amministrazione Surdi, però, si è messa all’opera soltanto da pochi giorni. Forse non riteneva di sua competenza la programmazione a suo tempo, visto che nessuno poteva avere certezza sulla riconferma o meno del mandato. Soltanto ieri è arrivata la direttiva all’ufficio personale di avviare a procedura per assumere un cosiddetto 110, vale a dire l’assunzione a tempo di un dirigente a contratto come prevede proprio l’articolo 110 del TUEL. La procedura è già al vaglio dei revisori dei conti visto che il Comune di Alcamo per adesso si avvale soltanto di un 110. L’altro che era in organico, Venerando Russo, è stato licenziato a fine 2018 e non ha impugnato il provvedimento. Nonostante la velocità con cui gli uffici espleteranno le procedure e l’individuazione del dirigente da assumere, il settore lavori pubblici del comune dovrà rimanere senza guida ancora per un po’ di tempo. L’ipotesi più celere sarebbe quella di conferire il cosiddetto 110 a un funzionario già di ruolo al comune di Alcamo. In organico, il più esperto è l’ingegnere Antonino Renda che anni fa assunse l’incarico di dirigente pro tempore.