Direzioni parchi archeologici, a Segesta riconferma per Giglio. A Lilybeo promossa Parrinello

Il parco archeologico di Lilybeo, a Marsala, ha un nuovo direttore che
prende il posto di Enrico Caruso che è andato in pensione. Il sito sarà adesso guidato da Anna Maria Parrinello. La nuova direttrice vanta una grande esperienza quale dirigente dello stesso parco Lilybeo, presso cui lavora da diversi anni. In passato la Parrinello aveva diretto il museo di Baglio Anselmi e prima ancora aveva lavorato al parco archeologico di Segesta.

A proposito di quest’ultimo sito archeologico, che sorge in
territorio di Calatafimi, non è cambiato nulla perché l’archeologa Rossella Giglio è stata confermata come direttrice del parco. Il suo mandato era scaduto ed è stato quindi rinnovato. Le nomine, che in virtù di una recente legge regionale competono all’assessore dei beni culturali, hanno concluso un iter avviato alla fine dello scorso mese di dicembre con la pubblicazione del relativo avviso di manifestazione di interesse.

“Con la nomina dei nuovi direttori – ha detto l’assessore dei beni culturali e dell’identità siciliana, Alberto Samonà – ho voluto tempestivamente colmare il vuoto che si era determinato con il pensionamento dei precedenti direttori, mentre l’incarico di direttore del parco di Segesta era scaduto ed è stato rinnovato. Ho improntato la mia scelta, privilegiando la capacità gestionale mostrata finora”.

Secondo ancora l’assessore Samonà “la direzione di un parco non si configura come semplice attività amministrativa, ma, in virtù dell’ampiezza delle attività da compiere e delle funzioni di tutela e valorizzazione del patrimonio culturale, richiede competenza e fantasia. Un mix – ha concluso l’assessore regionale – che deve quindi privilegiare dirigenti che abbiano già dato prova di possedere particolari capacità organizzative”.