Denise, archiviazione nuova inchiesta. GIP di Marsala si riserva di decidere

Si allunga l’attesa per Piera Maggio, la donna mazarese, madre di Denise Pipitone, che attende da più di 17 anni di potere riabbracciare la figlia o almeno di ottenere una verità processuale.  Il Gip di Marsala Sara Quittino si è infatti riservata di decidere sulla richiesta di archiviazione della nuova inchiesta della procura di Marsala sulla scomparsa di Denise, avvenuta a Mazara del Vallo il primo settembre del 2004. La richiesta era stata avanzata dalla procura marsalese dopo che in primavera erano state riaperte le indagini riguardanti quattro persone: Anna Corona e Giuseppe Della Chiave,  accusati del rapimento della piccola, e due coniugi romani, Antonella Allegrini e Paolo Erba, indagati per false informazioni al pubblico ministero.  L’archiviazione per i due romani, marito e moglie, ha fatto seguito alla loro ammissione di aver mentito fornendo falsi elementi sul coinvolgimento nella vicenda di Anna Corona, ex moglie Piero Pulizzi, padre naturale di Denise.

Per la Corona e per Della Chiave, invece, secondo la Procura non sarebbero emersi elementi tali da sostenere l’accusa in giudizio. Giacomo Frazzitta, il noto legale marsalese che difende la famiglia di Denise Pipitone, si era opposto alla richiesta di archiviazione per Anna Corona, chiedendo ulteriori indagini su di lei, e aveva invece concordato con la richiesta di archiviazione per Giuseppe Della Chiave e i due coniugi romani. “Dobbiamo avere fiducia nella Procura, che oggi abbiamo ringraziato per il lavoro fatto in questi anni, – ha detto l’avvocato al termine dell’udienza-, adesso attendiamo questa decisione”. Il legale ha anche raccontato che il pm Roberto Piscitello ha voluto poi avvicinarsi a Piera Maggio per dirle che non finiranno mai di cercare la piccola Denise e la verità”. Intanto, dopo diciassette lunghissimi anni dalla scomparsa della bimba, al centro del dibattito sono arrivate vecchie e nuove intercettazioni sulle quali i periti hanno fornito versioni differenti tra loro. Una in particolare, quella che riguarda proprio Anna Corona, madre di Jessica Pulizzi, la sorellastra di Denise già processata per sequestro di minore e assolta in tutti i gradi di giudizio. Lo scorso 25 maggio i carabinieri di Trapani avevano intercettato una frase di Corona: “Lo vuoi sapere cu fu tanno? Io cu Giuseppe”. Parole che secondo le parti i legali dei genitori di Denise potrebbero riferirsi al sequestro della piccola.