Dehors in inverno, assolto con formula piena titolare ‘Booga Wooga’ di Castellammare

0
162

Aveva installato alcuni dehors, i gazebo per ospitare i clienti, ed era stato denunciato dalla Soprintendenza di Trapani dopo una verifica effettuata, nel gennaio del 2020, dalla polizia municipale di Castellammare del Golfo. Accusato di deturpamento di bellezze naturali, il castellammarese Salvatore Maiorana, 61 anni, è stato assolto con formula piena, perché il fatto non sussiste, dal giudice monocratico del tribunale di Trapani, Roberta Nodari.  I fatti contestati erano relativi ai gazebo utilizzati dal titolare del ristorante “Booga Wooga” che sorge sul lungomare Zangara, epicentro della movida castellammarese. L’uomo, quindi, non ha commesso alcun abuso edilizio.

Durante il processo sono stai sentiti ufficiali di polizia giudiziaria, funzionari della Soprintendenza e dipendenti dell’Ufficio Tecnico del Comune di Castellammare del Golfo. Il giudice ha quindi accolto la tesi dell’avvocato Vincenzo Abate, legale di Maiorana,  secondo la quale l’imputato aveva realizzato e mantenuto i 2 dehors a servizio del proprio locale nel pieno rispetto della normativa regionale in materia urbanistica. Salvatore Maiorana è stato quindi assolto con formula piena, sentenza emessa ieri, da ogni accusa originariamente formulata dalla Procura della Repubblica di Trapani.

“Accogliamo con viva soddisfazione la decisione del tribunale – ha detto l’avvocato Abate – che cristallizza la correttezza dell’operato posto in essere dal mio assistito. Abbiamo dimostrato che al Maiorana erano applicabili le disposizioni dell’art. 42 della Legge Regionale 3 del 2016. In particolare quelle che danno la possibilità di mantenere le strutture finalizzate all’esercizio di attività complementari alla balneazione, per tutto l’anno solare, avvalendosi dell’originaria concessione demaniale per la stagione estiva. Oltre alla copiosa documentazione prodotta dalla difesa e alle testimonianze abbiamo dimostrato la sussistenza di tutti i presupposti previsti dalla procedura di destagionalizzazione. Fondamentale – ha concluso il legale alcamese –   è stata anche l’acquisizione della circolare regionale dell’aprile 2016, con la quale è stata definitivamente chiarita l’iter della procedura amministrativa di destagionalizzazione.”