D’Alì sull’edilizia sanitaria: “Inutili annunci pre-elettorali”

    0
    316

    Il senatore Antonio D’Alì è intervenuto sul tema dell’edilizia sanitaria sottolineando che si tratta di “un ennesimo annuncio pre-elettorale per cercare di confondere i trapanesi riproponendo vecchi schemi di sperpero di denaro pubblico. In particolare sappiamo – ha dichiarato D’Alì – che sono insufficienti tre milioni e 600 mila euro per la radioterapia se fatta come pubblico intervento; mentre se ne spenderebbero molto meno con un risultato più semplice e rapido ed efficiente attraverso una convenzione con una struttura privata”.

    E continua: “Quello che è più scandaloso sono i 14 milioni (ma esistono veramente gli uni egli altri?) per lavori di manutenzione per l’ospedale Sant’Antonio Abate. Abbiamo più volte detto e sostenuto che con queste, ed anche inferiori, cifre Trapani potrebbe avere un nuovo ospedale moderno funzionale e meglio ubicato. Evidentemente questa classe politica e burocratica regionale uscente conferma la sua incapacità e la sua inutilità, oltre che la strumentalità negli annunci, e non riesce ad avere idee nuove».

    D’Alì conclude: “Spero che la nuova classe politica regionale, quale uscirà dalle urne il 28 ottobre sia più giovane avveduta e capace. Dobbiamo costruire il nuovo ospedale a Trapani, non spendere ogni anno milioni e milioni per rabberciarne uno che ha fatto ormai il suo tempo e non è funzionale alla salute dei cittadini”.