“D’Alì estraneo alla aggiudicazione degli appalti”

“L’estraneità del Sen. Antonino D’Alì dalla vicenda giudiziaria che ha portato all’odierno sequestro nei confronti degli imprenditori Morici, è attestata dagli atti processuali al vaglio del GIP del Tribunale di Palermo”.

Lo affermano gli avvocati Gino Bosco e Stefano Pellegrino legali del sen. Antonio d’Alì. “Invero – continuano – nell’ambito del suddetto procedimento, sono state svolte incisive ed efficaci indagini difensive, attinenti anche alle procedure di aggiudicazione degli appalti nel porto di Trapani, che escludono in maniera categorica qualsiasi coinvolgimento o cointeressenza del Senatore in dette aggiudicazioni. Fra le tante, testimonianze autorevoli come quelle dell’allora Prefetto Giovanni Finazzo, dell’allora Sindaco Girolamo Fazio e dell’Ing. Gian Francesco De Luca. Detta estraneità, per altro, risulta confermata anche da talune testimonianze assunte dal PM”.