Dà fuoco al fratello e alla casa, arrestato 27enne

0
517

Al culmine di una lite, getta del liquido infiammabile addosso al fratello e non esita ad appiccare il fuoco con un accendino. È successo ieri a Trapani. Autore del folle gesto Emanuele Martines, 27 anni, arrestato con accuse gravissime: lesioni gravi, incendio, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. La drammatica vicenda si è consumata all’interno di un appartamento al primo piano di via Palermo, dove il ragazzo, con precedenti per reati contro il patrimonio, vive con la famiglia. Solo il tempestivo intervento del padre dei ragazzi ha evitato conseguenze ben più gravi: la giovane vittima, che ha riportato gravi ustioni principalmente sul volto e sul tronco, è stato trasportato d’urgenza presso una struttura ospedaliera specializzata di Palermo mentre, nel frattempo i vigili del fuoco tentavano di domare le fiamme che si erano estese anche ad altre stanze dell’abitazione, a causa dell’olio che l’autore dell’incendio, prima di dare fuoco al fratello, aveva sparso un po’ ovunque e che continuava a mantenere vive le fiamme. I pompieri sono riusciti a mettere in sicurezza sia l’appartamento che l’intero immobile. All’arrivo delle volanti Emanuele Martines ha tentato di fuggire ma è stato fermato, non senza difficoltà, dai poliziotti: bloccato dopo un inseguimento a piedi, ha reagito energicamente provocando ad uno degli agenti delle lesioni giudicate guaribili in tre giorni. Come disposto dal magistrato di turno presso la procura della Repubblica di Trapani, che ha assunto la direzione delle indagini, Martines è stato associato alla locale casa circondariale e messo a disposizione dell’ autorità giudiziaria.