Covid, dimenticato uso mascherine. Sale il rischio. Ad Alcamo nessun focolaio

I social spesso creano allarmismi quando invece potrebbero servire a sensibilizzare il popolo del web verso il rispetto delle regole. Il riferimento è all’emergenza Covid 19 che talvolta viene sottovalutata e tal’altra appesantita. Di certo siamo ancora in una fase in cui non si può e non si deve cantare vittoria ed in cui bisognerebbe rispettare sempre le dovute precauzioni. Ed invece l’uso della mascherina sembra essere tramontato e chi la usa viene talvolta guardato come un extraterrestre. Invece è l’esatto contrario. Chi non rispetta le regole anti-contagio, non rispetta se stesso e il prossimo.

Alcuni chiarmenti però vanno fatti in mertio a ciò che si legge sui social e anche su alcuni siti di informnazione on-line. Il caso positivo attribuito dall’ASP ad Alcamo mai è transitato dal territorio acamese. Si tratta di una marocchina, residente si nella cittadna di Ciullo, ma che era andare a trovare la famiglia in Marocco dove è rimasto molto tempo. Poi rientrata a Palermo, in ospedale, per partore, è stata trovata poisitiva al Covid.

Specificazioni merita anche il caso di Partanna. La donna positiva mai è stata in giro per le strade del centro beliucino e mai ha frequentato atra gente. La sessantenne era rientrata dal centro-America, da Panama, l’11 luglio e da allora si era posta in quarantena. Terminato il periodo di due settimane, è stata sottoposta a tampone risultado positiva al coronavirus seppur. In provincia quindi i casi attualemnte positivi salgono a 5 ma in realtà sarebbero quattro perché la marocchina è rimasta a Palermo in quarantena, in attesa di negativizzarsi.