Confisca obbligatoria per un trapanese

    0
    348

    La Squadra Mobile di Trapani, ha eseguito il decreto di confisca previo sequestro preventivo, emesso dal GIP presso il Tribunale di Marsala Amato su richiesta del Sost. Procuratore della Repubblica Petralia, di tre autovetture e due motocicli nella disponibilità  di Paolo Romeo, 58 anni, già condannato per reati in materia di sostanze stupefacenti.

     

    Si tratta dell’applicazione di una particolare ipotesi di confisca obbligatoria, disciplinata dall’art. 12 sexies d.l. 306/92, convertito nella L. 356/1992, normativa finalizzata alla aggressione di patrimoni formati o incrementati a seguito di attività illecite, lecite o paralecite, sia di grandi organizzazioni criminali sia di singoli individui.

     

    Presupposto del provvedimento è che il soggetto, già condannato per uno dei reati previsti dalla normativa, abbia la titolarità o disponibilità, anche per interposta persona, di denaro e beni di cui non si riesca a giustificare la provenienza, attesa anche la sproporzione tra il valore degli stessi beni ed il reddito o le attività economiche esercitate.

     

    Gli accertamenti patrimoniali hanno consentito di rilevare che i veicoli sottoposti a confisca, acquisiti negli anni 2008-2011, non trovavano giustificazione o proporzione nei redditi del Paolo Romeo o del suo nucleo familiare nell’arco temporale di riferimento.

     

    I veicoli in questione sono stati affidati ad un amministratore giudiziario nominato dall’A.G.