Concorso per pompieri Alcamesi superstar, al via le prove pratiche

0
489

A fare la parte del leone nella prova pre-selettiva del concorso pubblico per 250 posti di vigili del fuoco, sarebbero stati i giovani alcamesi in particolare. Cioè molti di coloro i quali hanno partecipato ai quattro corsi tenutisi ad Alcamo. Dal 29 maggio allo scorso 12 giugno ben 38 mila concorrenti, provenienti da tutte le regioni d’Italia, hanno svolto la prova presso la sede della Fiera di Roma della va Portuense. Da Alcamo e comuni limitrofi sono sbarcati in quasi mille e 400. Un migliaio gli alcamesi. Gli altri dei comuni vicini con concorrenti che hanno partecipato ai corsi, dalla durata di un anno con costi superiori ai mille 500 euro, considerate le lezioni e acquisto libri. Molti si sono presentati da “privatista”. La pre-selezione è stata superata da 5 mila e 800 concorrenti. Dal 2 ottobre prossimo sempre a Roma, ma nel quartiere Capannelle, avranno inizio le prove fisiche. Superate le quali ci sarà il colloquio orale e poi le visite mediche. Si prevede che questa fase si concluderà vero la fine del mese di giugno 2018. Di recente il governo ha sbloccato duemila 739 assunzioni nelle forze dell’ordine. Quattrocento posti riguardano i vigili del fuoco da attingere pare dalla graduatoria del concorso per 814 posti concluso nel 2008. Tra maggio e giungo scorsi gli aspiranti pompieri si sono cimentati nella risoluzione dei quiz a risposta multipla. Sette le materie. Più alto è stato  il punteggio, massimo 40, più è stata possibilità di superare la prima fase e accedere alle prove pratiche, che comportano lunghi allenamenti soprattutto in palestra, per farsi trovare in forma  dal 2 ottobre prossimo. Dicono le statistiche che in rapporto al numero degli abitanti la città di Alcamo ha il più alto indice di vigili del fuoco in servizio in tantissime città d’Italia. Va sottolineato che gli aspiranti pompieri di Alcamo si preparano con grande puntigliosità e sono temuti dai concorrenti che provengono da tutta Italia. Insomma Alcamo superstar nel campo dei vigili del fuoco con tanti giovani che aspirano ad indossare tale gloriosa divisa che comporta un lavoro delicato e pericoloso. Ma il posto di lavoro conquistato al Ministero dell’Interno è sicuro è da certezza per tutta la vita.  Tantissimi genitori fanno sacrifici per affrontare le varie spese per assicurare un futuro ai propri figli.