Coltivava marijuana in giardino, arrestata

    0
    395

    Colta in flagranza del reato di coltivazione di sostanze stupefacenti del tipo cannabis indica: così è stata arrestata, ieri pomeriggio a Trapani, Anna Maria Angelo pregiudicata 31enne trapanese, dai poliziotti della Sezione Antidroga della Squadra Mobile.

     

    L’operazione è scattata dopo che sul conto della donna, già nota in Questura per i suoi precedenti per lesioni e porto di oggetti atti ad offendere, erano state acquisite informazioni secondo le quali aveva avviato una coltivazione di piante di marijuana all’interno del giardino della sua abitazione nel Rione Cappuccinelli, proprio alle spalle del Cimitero.

    Anna Maria Angelo aveva avviato l’illecito traffico dopo che il compagno, un noto pregiudicato trapanese, era finito in carcere lo scorso mese di giugno, per espiare una pena detentiva.

    Sulla base di tali informazioni, gli agenti della “narcotici” si sono appostati presso i muri perimetrali del cimitero, prospicienti l’abitazione della Angelo. Altri agenti hanno atteso che la donna rientrasse in casa e, dopo averla bloccata, hanno eseguito la perquisizione domiciliare, che ha consentito di rinvenire e sequestrare dieci piante di marijuana di un’altezza variabile tra un metro e sessanta ed i due metri, arbusti piantati all’interno del giardino, ed altre due piante di marijuana già essiccate, conservate in un sacco nero per rifiuti.

    Alla donna sono stati concessi gli arresti domiciliari dal Sostituto Procuratore Anna Trinchillo, per consentirle di accudire i due figli minori che vivono con lei.