“Colpi bassi” fra consiglieri comunali 5 Stelle. Annalisa Ferrara si dimette

Il gruppo consiliare ad Alcamo del movimento 5 stelle perde altri pezzi. Dopo le dimissioni nel mese scorso, perché vincitori di un concorso alla Guardia di Finanza, dei due consiglieri Noemi Scibilia e Francesco Viola, sono adesso arrivate le dimissioni di Annalisa Ferrara. Al suo posto dovrebbe entrare in consiglio Caterina Misuraca, se rifiuta quest’ultima Elena De Luca.

La decisione della Ferrara, decisamente forte e coraggiosa, è stata dettata dalla sua mancata elezione alla guida della seconda commissione consiliare, quella ce si occupa di bilancio e programmazione economica. Un franco tiratore del suo stesso partito, probabilmente uno dei 4 che negli ultimi tempi hanno costituito una certa fronda ad alcune decisioni della giunta Surdi, ha consegnato l’ambita presidenza ad Anna Allegro dell’UC, quindi all’opposizione.

Le mie dimissioni – ha scritto Annalisa Ferrara – scaturiscono dall’inspiegabile mancato sostegno di un componente del gruppo politico Movimento Cinque Stelle alla mia candidatura per l’elezione alla Presidenza della Seconda commissione. La mia disponibilità nel ricoprire tale ruolo costituiva la naturale prosecuzione di un lavoro di indirizzo e collaborazione già intrapreso dai due precedenti presidenti del mio gruppo politico. Alla luce di quanto accaduto, è venuta meno la fiducia necessaria per continuare a svolgere il lavoro con serenità e per tale motivo ritengo che non ci siano più le condizioni per proseguire questo percorso. Ho sempre operato nella massima trasparenza e dimostrato lealtà al progetto politico per il quale sono stata eletta in Consiglio Comunale – ha detto la consigliera comunale alcamese dimissionaria. Ringrazio i colleghi consiglieri che mi hanno sostenuta e ai quali porgo un caloroso saluto”.

Annalisa Ferrara, per fugare dubbi sulla sua fedeltà alla politica pentastellata, ha concluso la sua schietta lettera di dimissioni affermando, senza alcun indugio, che continuerà a seguire l’attività del Movimento Cinque Stelle e del meetup di Alcamo.