C/mmare, una cabina di regia per lo sviluppo turistico

Una nuova vision 2020 per il turismo nel territorio castellammarese: la nascita di una “cabina di regia”, la presentazione di un nuovo “marchio” che rappresenti Castellammare, gli eventi del nuovo progetto “Nostos”, la viabilità e l’armonizzazione delle proposte turistiche affinché il settore abbia un ruolo centrale e non di secondo piano, nel contesto economico locale. La proposta per il rilancio del sistema turistico presentata dal gruppo di lavoro costituito dal sindaco Coppola, è stata pienamente condivisa dall’amministrazione che ha deliberato favorevolmente, nominando anche una “Cabina di Regia”, come previsto dalla proposta.

L’obiettivo è quello di avere una struttura snella e agile che funga da “cerniera” tra l’amministrazione e gli stakeholders del turismo – i c.d. portatori di interesse, cioè gli individui o le organizzazioni attivamente coinvolti in determinate iniziative – favorendo la promozione e razionalizzazione dell’offerta turistica. Individuato anche il centro operativo: i locali dell’ex Sportello unico per le attività produttive, in via Canale Vecchio, ospitano l’ufficio turistico (e lo sportello Europa), dove si riunisce la “Cabina di regia” presieduta dal sindaco Nicolò Coppola, e composta all’assessore al Turismo Rossana Agugliaro e da altri professionisti esterni: Mariella Miceli, Maria Tesè ed Anca Delia Moise, che collaborano a titolo gratuito.

La Cabina di regia ha intenzione di lavorare ispirandosi all’idea di Nostos (dal greco νόστος, “ritorno”), così come definita dal gruppo di lavoro formato da Paola Prizzi Merljak, Cinzia Plaia, Mariella Miceli, Deborah Aureli e Alberto Navarra. Un nuovo sistema che intende rilanciare il turismo con i più innovativi modelli di destination management con un’offerta di eventi catalogati in quattro categorie: enogastronomia, natura e sport, cultura e folklore, fantasia. Temi su cui è già al lavoro da giorni la Cabina di regia: il percorso turistico che si sta sviluppando intende superare la frammentazione delle attività, con una nuova governance della promozione turistica ed avviando prioritariamente un intervento sulla creazione e comunicazione del “marchio Castellammare”, che rifletterà e valorizzerà l’immagine del paese.

6 expected historical practices why totally really isn’t
woolrich jacken 14th to 16th Century Renaissance Costume Trend Going on Today

because this 3D printing nylon is so new
valentino shoesUnique Hygiene Mask Available for Food Industry