C/mmare del Golfo: segretario comunale, aumento d’indennità

Un bel regalo infiocchettato sotto l’albero di Natale. Lo ha preparato il sindaco di Castellammare del Golfo, Nicola Coppola, al suo segretario generale, Antonella Lanzalaco, ed ora arriva la ratifica, con tanto di firma in calce degli uffici preposti. In ballo qualcosa come quasi 11 mila euro l’anno, frutto della maggiorazione del 50 per cento della retribuzione di posizione della dirigente, insediatasi dietro la scrivania del municipio poco tempo dopo l’elezione dell’attuale primo cittadino. Il responsabile del procedimento e quello di settore, Francesco Norfo e Gianluca Coraci, hanno dato vita alla determina di impegno di spesa, che prevede quindi materialmente lo stanziamento in bilancio. Tale maggiorazione determinata, in relazione alla retribuzione di posizione, è pari a quasi 840 euro mensili suddivisi per le 13 mensilità. Una decisione che sembra stridere fortemente con l’attuale realtà di crisi della pubbliche amministrazioni, in un clima in cui non si fa altro che chiedere ai cittadini di stringere la cinghia. Il sindaco nella determina parla di provvedimento emanato “in relazione alla complessità delle funzioni svolte”. Poi si fa riferimento anche alle norma che regolano la materia contrattuale: “L’indennità di posizione – sottolinea Coppola – è un emolumento contrattuale che viene assegnato al segretario generale, secondo quanto previsto dal contratto collettivo nazionale di lavoro della categoria, in presenza di determinate condizioni oggettivi e soggettive e in special modo quando al segretario generale sono richiesti carichi aggiuntivi”. Quindi, in buona sostanza, più lavoro e responsabilità e più stipendio. In tal senso il primo cittadino precisa che alla Lanzalaco è stato dato incarico di presidenza del nucleo di valutazione e responsabile della prevenzione della corruzione. “L’amministrazione – aggiunge Coppola – ritiene inoltre conto della professionalità del segretario generale, in futuro gli sarà richiesto un impegno ulteriore in materia di riorganizzazione e di formazione del personale”. Inoltre sempre il primo cittadino precisa che tale aumento di indennità era stato previsto anche per il precedente segretario sotto la sindacatura di Marzio Bresciani. Ma quanto guadagna il segretario generale al Comune di Castellammare del Golfo per giustificare un aumento di questo genere? Impossibile, ad oggi, saperlo. Infatti, contrariamente a quanto prescrivono le normative sulla trasparenza degli enti pubblici, nel portale dell’ente castellammarese non c’è traccia della retribuzione lorda dei dirigenti: Al Comune di Castellammare ci sono in carica 7 dirigenti e per nessuno di loro è inserito il dato della retribuzione, pur essendoci sul sito la predisposizione per il necessario link da visionare. In alcuni casi manca anche il curriculum vitae, anche questo obbligatorio secondo Legge. Sotto questo aspetto Coppola garantisce: “Ne ho parlato con il ragioniere generale del Comune – precisa – il quale mi ha garantito che a strettissimo giro di posta questi dati verranno inseriti”.

Nella foto il sindaco Nicola Coppola