C/mmare del Golfo: movida selvaggia, raffica di controlli

Raffica di controlli agli esercizi commerciali e soprattutto ai locali della movida di Castellammare del Golfo. Solo nell’ultimo week-end 15 le attività controllate, un centinaio gli automobilisti identificati e all’incirca 30 mila euro di sanzioni amministrative elevate. La stangata arriva dal commissariato di polizia del paese marinaro che ha avviato già da qualche settimana degli specifici controlli sul versante proprio della movida cittadina, dal momento che cominciano a farsi vedere i primi turisti e i locali notturni cominciano anche a riempirsi. Per il momento si è partiti da attività di controllo nei fine settimana, dal momento che ancora il flusso turistico è abbastanza limitato. Le sanzioni più pesanti hanno riguardato la vendita di alcolici oltre le 3 della notte e le emissioni sonore moleste. Ben quattro le contravvenzione da 6 mila euro ciascuno per altrettanti locali notturni. Altre multe, sino ad un ammontare di circa 30 mila euro per l’appunto, sono scattate per ubriachezza molesta e per la mancata installazione da parte degli esercizi pubblici di etilometri per il controllo del tasso alcolemico. L’attività repressiva della polizia ha preso quindi il via e proseguirà per tutto il periodo estivo, ed anzi sarà intensificata proprio nel periodo estivo in coincidenza del moltiplicarsi delle presenze turistiche che in paese toccano anche picchi di 45 mila unità specie tra luglio ed agosto. Il commissariato prima di queste operazioni a tappeto aveva già effettuato un’opera di sensibilizzazione presso tutti gli operatori economici di Castellammare del Golfo, invitandoli ad adeguarsi rispetto soprattutto alle nuove normative che per l’appunto prevedono l’installazione di etilometri nei locali e al rispetto delle ordinanze di apertura e chiusura e di emissioni sonore. Campagna informativa che evidentemente, visti i risultati eclatanti, non ha avuto quell’efficacia che ci si poteva aspettare. La movida selvaggia resta un fenomeno molto pesante nel territorio. Basti pensare alle continue polemiche che si consumano ad esempio nella vicina Alcamo dove negli ultimi mesi è stato messo in atto da forze dell’ordine e vigili urbani un controllo a tappeto nella zona del centro storico ed il bilancio complessivo, nelle varie operazioni portate avanti, è salito a 700 persone identificate, un arresto, 14 denunce, quattro segnalazioni alla prefettura e quattro esercizi commerciali multati. Ora che si avvicina l’estate il fenomeno in centro abitato si attenuerà per spostarsi nella zona di Alcamo marina e per l’appunto anche a Castellammare del Golfo, piena zeppa di locali notturni che attirano i giovani. Il maggior afflusso di gente comporta però anche più difficoltà d’intervento e capillarità delle operazioni. I residenti però chiedono di essere rispettati e soprattutto di far rispettare le regole. Ma purtroppo, si sa, da queste parti le regole piacciono a ben pochi, specie ai giovanissimi.

Trying to scare the boy off
woolrich arctic parka Where to Sell Your Used Handbags

which bring them a lot of attention as well as financial support
woolrich arctic parkaHow to Make a Coat