C/mmare del Golfo, alla città il “decalogo del buon cittadino”

CASTELLAMMARE DEL GOLFO – Come deve comportarsi ogni cittadino responsabile per costruire una società sana, per respingere ogni tentativo di inquinamento mafioso. Tutto contenuto in un decalogo che gli alunni dell’istituto comprensivo “Pitrè” di Castellammare del Golfo hanno consegnato simbolicamente nelle mani del sindaco Marzio Bresciani nell’aula consiliare, affidandolo quindi all’intera città. Un’iniziativa realizzata nell’ambito della “Settimana della legalità” che ha voluto assumere un forte significato. Dettate dai ragazzi delle semplici regole.

Oltre al Comune di Castellammare del Golfo, quest’anno la settimana della legalità è patrocinata da Confindustria Trapani, Centro Studi Don Rizzo, Libera, Libero Futuro, Coni, Centro Sportivo Italiano e Rotaract distretto 2110, e proseguirà sino a domenica: chiusura affidata domani ad una manifestazione in corso Mattarella realizzata da Libero Futuro sul consumo critico ed a seguire un flash mob con Antonio Crimi ed il suo corpo di ballo; domenica invece alle 18.30 il concerto musicale, alla villa comunale, a cura sempre dell’istituto Comprensivo Pitrè. Oggi è stata anche occasione per ricordare la figura di Piersanti Mattarella, nel giorno del 75° anniversario dalla nascita, ucciso dalla mafia nel gennaio del 1980 quando ricopriva l’incarico di presidente della Regione. Secondo l’amministrazione comunale un esempio per tutti