C/mmare del Golfo: accesso faraglioni, confermati accessi pubblici

Territorio pubblico, quindi da tutelare a garanzia della fruizione di tutti. Il sindaco Nicola Coppola conferma l’ordinanza di rimozione dei cancelli dalla strada che collega la via Galluppi con la provinciale San Vito Lo Capo-Scopello, in prossimità del villaggio Baia Luce Cala dell’Ovo che dà sui Faraglioni. Il provvedimento, firmato inizialmente nel novembre dello scorso anno, era stato stoppato dal Comune stesso per permettere delle verifiche  livello catastale. In sostanza il primo cittadino ha dato incarico esterno ad un geometra per la verifica dell’esatta ubicazione dei cancelli, dopo l’opposizione fatta dalla cooperativa Baia luce, che gestisce un’area nelle vicinanze in cui si trovavano i cancelli, la quale ha contestato il rilievo eseguito dai tecnici comunali considerato “non veritiero a causa dell’errata scelta del supporto cartografico su cui è stato appoggiato il rilievo topografico effettuato”. A questo punto il sindaco, in autotutela, ha sospeso l’ordinanza in attesa che venisse fatta una nuova rilevazione. Attraverso l’utilizzo di strumentazione all’avanguardia del tipo Trimble gps, supportato da una mappa catastale antica, è stata integralmente confermata la perizia comunale che il luogo in cui sono stati rinvenuti i cancelli era di proprietà pubblica e non privata. A questo punto il sindaco ha quindi emanato una nuova determina confermando l’iniziale ordinanza: “La perizia giurata, prodotta dal geometra esterno da noi incaricato, – sottolinea Coppola – di fatto conferma quanto già accertato dai tecnici comunali nella relazione del 10 ottobre scorso, e cioè che trattasi di occupazione abusiva di area demaniale comunale con realizzazione di opere abusive su suolo pubblico con chiusura della stessa strada con due cancelli fissi”. In questo modo si mette fine all’ennesima e infinita querelle riguardante l’area di Scopello, dove vige da sempre, un po’ come in tutte le are costiere siciliane, il problema della chiusura di parte degli accessi al mare, alcuni dei quali privatizzati abusivamente. Il primo cittadino nello specifico ha ordinato l’abbattimento di due cancellate, entrambe già rimosse, che erano state poste nella carreggiata impedendo di fatto l’accesso veicolare e anche pedonale. Si è proceduto dunque all’apertura di un varco a mare che, secondo il Comune, sarebbe stato “illegittimamente” posto di fatto privatizzando un’area che invece dovrebbe essere pubblica. L’intervento del Comune è avvenuto a seguito di alcune segnalazioni pervenute al comando di polizia municipale. Gli stessi caschi bianchi sono giunti sul posto, congiuntamente con l’ufficio tecnico comunale, accertando la presenza delle cancellata posta a est ed ovest della strada che dalle planimetrie risulta essere comunale. I vigili hanno accertato che la strada è stata abusivamente accorpata al villaggio Baia Luce-Cava dell’ovo da sud, e quindi altrettanto abusivamente sbarrata, impedendo di fatto ai pedoni di raggiungere il litorale di Scopello. La denuncia per abusivismo è stata comunque inoltrata contro ignoti in quanto, secondo gli agenti di polizia municipale, non è stato possibile risalire agli autori dell’opera abusiva.

Dry Cleaners Unclaimed Garments Law
woolrich outlet Panty and Stocking with Garterbelt Episode

Meanwhile it is left to Maki to stop Harry
woolrich outletMarisa Miller to Wear Victoria Secrets New Diamond Bra photo