“Centrali-Sicilia Futura”, al TAR contro esclusione. Ricorso affidato a “P.MMS. Legal”

Quasi in extremis sulla scadenza dei termini prevista per oggi, a mezzogiorno, la lista per il consiglio comunale di Alcamo, Centrali – Sicilia Futura, che sostiene Giusy Bosco a sindaco, ha depositato il ricorso al TAR contro l’esclusione dalla competizione stabilita dalla CE.Cir. la commissione elettorale circondariale. L’opposizione al provvedimento è stata redatta dallo studio legale palermitano “P.MMS. LEGAL” di Mangano, Miceli, Stalllone e partners.

A ricorrere al TAR, per il gruppo politico che ad Alcamo fa capo all’ex sindaco Giacomo Scala, Giuseppe Pìcciolo quale delegante all’uso del contrassegno Sicilia Futura – Italia Viva; Massimo Melodia e Giovanni Marchese presentatori della lista per il consiglio comunale “Centrali per la Sicilia – Sicilia Futura – Italia Viva”. Il tribunale amministrativo regionale avrà adesso tre giorni di tempo per pronunciarsi.

La riammissione o la conferma dell’esclusione della lista, presentata per le amministrative con 24 candidati (di cui 8 donne) dovrebbe quindi arrivare entro sabato o, al più tardi, lunedì mattina. Una vicenda che, in una maniera o nell’altra, provocherà ritardi nel raggiungere l’apice dei ritmi della campagna elettorale.